privacy

sito

net parade

siti web

mercoledì 26 giugno 2013

Confutatis maledictis!!!

Ebbene amici lettori, seguendo l'esempio di un noto professoricercatore indipezzente, vi do anch'io un esempio della mia cultura aulica nientemeno che con un titolo in latino [ablativo assoluto, per chi non l'avesse capito].
E' giunto per tutti noi disinformatori il momento di pentirci dei nostri peccati, di aver diffamato i cercatori della verità, celato la realtà sulle scie chimiche, il signoraggio, haarp e tutto il resto. Sì dobbiamo cospargerci il capo di cenere, indossare il cilicio, fustigarci e mortificare la carne!
Le nostre colpe sono state scoperte, apprezzate la saggezza che traspare da questo messaggio:

Unknown lunedì, giugno 24, 2013 10:25:00 PM

Gli “sciatori”, i disinformatori ed i vari servi del regime, ormai, mi fanno pena perché già condannati. Se dovesse compiersi il Piano Scellerato al quale, attivamente partecipano, farebbero la stessa nostra fine, come la farebbero i loro superiori ed i capi dei loro superiori: l'uomo sarebbe trasformato in un animale domestico al servizio di una ristrettissima élite, come spiega la ricercatrice americana Sofia Smallstorm nelle sue conferenze. Se invece riuscissimo a vincere noi, Uomini Risvegliati, i nostri tribunali condanneranno, voi “servi di regime”, all'ergastolo e se non ci dovesse essere una legge che vi lascia marcire in galera per il resto della vostra vita, la redigeremmo ex novo e retroattiva, come ci hanno insegnato in questi anni i nostri politici-burattini dei banchieri. In quest'ultimo caso il terrore vi coglierà di sorpresa, da un giorno all'altro: il giorno prima vi sentirete sicuri ed intoccabili, mentre l'indomani impauriti come un bambino nel bosco di notte, terrorizzati per la vostra malasorte.
Avete solo due possibilità di salvarvi: pentirvi e raccontare pubblicamente, subito, le vostre malefatte, oppure pregare il buon Dio che vi faccia morire prima della nostra vittoria.
 
Uno scritto da cui traspare la conoscenza dell'"uomo risvegliato", di colui che ha studiato il verbo della ricercatrice indipezzente sofia piccolatempesta. Nella sua umanità il nostro sconosciuto ci lascia la scelta tra pentirci e raccontare tutto e chiedere di morire.
Naturalmente i due massimi esponenti del risveglio non possono che essere d'accordo:
 
Strakerlunedì, giugno 24, 2013 10:29:00 PM

    AMEN!
Zretmartedì, giugno 25, 2013 10:04:00 AM

    Non pensino i negazionisti di salvarsi con la morte. Una volta che i disinformatori saranno trapassati, si materializzeranno i loro peggiori incubi.
 
Mentre il komandante si limita ad un amen il pro-fesso-re estende la minaccia di punizioni anche nell'aldilà, evidentemente è in contatto con qualcuno da quelle parti.
Facciamoci coraggio, confessiamo tutto e  facciamo penitenza; da parte mia prometto solennemente di non mangiare più bistecche di brontosauro, di dormire la notte su un letto di chiodi e di andare in pellegrinaggio al santuario di san Bario Martire. Seguite il mio esempio! Fondiamo un ordine dei disinformatori pentiti, facciamo tutti insieme una pernacchia ai fratelli non marciatori e a tutti gli "uomini risvegliati"!
 
[A dire il vero mi sorge un dubbio: non è che questo signor Unknown sia un disinformatore prezzolato che si sta divertendo a prendere per i fondelli i due brothers e i loro seguaci?]

1 commento:

  1. Margotti Street30 giugno 2013 00:33

    Però, come "risvegliati" sembrano piuttosto rintronati se, come scritto nel loro post, faranno né più né meno "come ci hanno insegnato in questi anni i nostri politici-burattini dei banchieri".
    Ecco da chi imparano, dai maestri che vorrebbero sconfiggere usando i loro stessi metodi.
    Babbei che non siete altro: non riuscite neppure a capire che, se quello che sostenete fosse vero loro, caso mai, quei metodi li conoscono e li sanno applicare molto ma molto meglio di voi. Dite di essere "risvegliati" ma mi sa che siete soltanto degli autolesionisti: tornate a dormire va, che vi conviene!

    RispondiElimina