privacy

sito

net parade

siti web

sabato 2 agosto 2014

Hari Seldon, la massoneria ed altre storie

Sono sicuro che tutti i miei affezionati lettori sanno chi era (o forse meglio chi sarà) Hari Seldon, come dite? C'è qualcuno che non lo sa? Beh, più avanti lo spiego in breve, così capirete cosa c'entra con la massoneria, per intanto eccovi il suo ritratto.
L'idea di partenza per questo post me l'ha fornita la nostra principessa guerriera, nel suo blog ha pubblicato un articolo intitolato: 
Articolo che poi non è altro che la trascrizione di un video di lo sai (che ti raconto balle) risalente al maggio 2011. Cosa ci racconta di bello questo video (peraltro già sbufalato da altri)?
 Lettera del massone pike al massone mazzini Mazzini tratteneva una fitta corrispondenza col pike: ai fini del nostro studio sono ben significative due lettere in particolare: quella che mazzini inviò al pike il 22 gennaio 1870 e quella del pike a mazzini datata 15 agosto 1871. Jean Lombard annota che questa corrispondenza si trova depositata negli archivi di temple house, la sede del rito scozzese di Washington, ma off limits cioè di consultazione vietata; pur tuttavia la lettera di albert pike, scritta il 15 agosto 1871, venne una volta esposta alla British Museum Library di Londra. Là un ufficiale di marina canadese, il commodoro William Guy Carr (presente in veste di consulente per gli Stati Uniti alla Conferenza di San Francisco del 26 giugno 1945) poté prenderne conoscenza e pubblicarne un riassunto nel libro citato Pawns in the Game.
Dunque tutto il discorso parte da una lettera che il commodoro william guy carr dice di aver copiato, a quanto pare è il solo ad averla vista e copiata...ora non vorrei sembrare malfidente (cosa che a dire il vero sono), ma dando un'occhiata alla biografia di Carr trovo alcune cose che rafforzano i miei dubbi:
 Negli anni cinquanta, fu il leader della Federazione Nazionale anti-Comunista dei Laici Cristiani (anti-Communist National Federation of Christian Laymen) di Toronto
La cosa ha un certo odore di complottismo, o lo sento solo io? Ma vediamo qualcos'altro:
La prima Guerra Mondiale doveva essere combattuta per consentire agli “i11uminati” di abbattere il potere degli zar in Russia e trasformare questo paese nella fortezza del comunismo ateo. Le divergenze suscitate dagli agenti degli “I11uminati” fra Impero britannico e tedesco furono usate per fomentare questa guerra. Dopo che la guerra ebbe fine si doveva edificare il comunismo e utilizzarlo per distruggere altri governi e indebolire le religioni.
e ancora
La Seconda Guerra Mondiale doveva essere fomentata approfittando della differenza fra fascisti e sionisti politici. La guerra doveva essere combattuta in modo da distruggere il nazismo e aumentare il potere del sionismo politico, onde consentire lo stabilimento in Palestina dello stato sovrano d’Israele. Durante la Seconda Guerra Mondiale si doveva costituire un’Intemazionale comunista altrettanto forte dell’intera Cristianità. A questo punto quest’ultima doveva essere contenuta e tenuta sotto controllo fin quando richiesto per il cataclisma sociale finale. Può una persona informata negare che massoni come roosevelt (presidente americano, grado 32°) e churchill (politico, storico e giornalista britannico, grado 33°) hanno realizzato questa politica?
Curioso che nella lettera si faccia abbondante uso del termine sionismo, la lettera, ricordiamolo, dovrebbe essere del 1871, in quell'anno non solo non esisteva il movimento sionista ma nemmeno la parola sionismo, sarebbe stata coniata da Leon Pinsker nel 1882.
Ma veniamo alla grande profezia:
La 3° guerra mondiale, dovrà essere fomentata approfittando delle divergenze suscitate dagli agenti degli i11uminati fra sionismo politico e dirigenti del mondo islamico.
La guerra dovrà essere orientata in modo che Islam (mondo arabo e quello musulmano) e sionismo politico (
incluso lo Stato d’Israele) si distruggano a vicenda, mentre nello stesso tempo le nazioni rimanenti una volta di più divise e opposte fra loro, saranno in tal frangente forzate a combattersi fra loro fino al completo esaurimento fisico, mentale, spirituale ed economico”.
Dunque proviamo a trarre qualche conclusione: il libro del pomodoro contenente il testo della presunta lettera è del 1954, quindi le previsioni sulla prima e seconda guerra mondiale erano molto facili (a parte le deliranti interpretazioni...), per quanto riguarda la situazione in mediooriente non ci voleva molto per capire che si era creata una condizione di instabilità che sarebbe durata a lungo. In compenso  mancano completamente le previsioni di fatti verificatisi dopo il 1954 come: la guerra nel Vietnam (un possibile innesco della terza guerra mondiale), la fine dell'Unione Sovietica...
E qui lascio, ci sarebbe da scrivere ancora un bel po' ma finirei con l'annoiare a morte.
 Un intervallo massonico:


Dall'opera più ricca di simboli massonici, composta da un massone un brano massonico: Astrifiammante, la regina della notte, canta Der hölle Rache (la vendetta infernale, così facciamo contenti anche gli appassionati del satanismo).
E' venuto il  momento di occuparci di Hari Seldon (pianeta Helicon, regione di Arturo, 11988 E.G. / -79 E.F. – Streeling, pianeta Trantor, 12069 E.G. / 1 E.F), tutti coloro che hanno letto il ciclo di "fondazione" di Isaac Asimov avranno riconosciuto subito il nome. Seldon è un matematico, creatore della psicostoria la scienza che dovrebbe essere in grado di prevedere la storia futura in base a ben precise equazioni matematiche. Il nucleo fondamentale del ciclo è stato scritto negli anni '50 del XX secolo, e mostra evidenti alcuni limiti legati al pensiero ed alla tecnologia dell'epoca (ad esempio non si parla di computer).
Perché ho tirato in ballo Seldon? Perché la storia di "fondazione" permette di porci una domanda: è possibile programmare il futuro a lunga scadenza? Intendo non 3 o 4 anni ma 50 o 100 anni (nel caso di Seldon il suo programma, peraltro fallito, si doveva sviluppare in un periodo di 1000 anni). Beh, non so cosa ne pensiate voi, ma per me la risposta è no, non è possibile programmare la storia futura perché si tratta di un sistema caotico in cui minime variazioni dei dati si amplificano e portano a risultati completamente imprevisti. E chiudo qui questo discorso, ma resto in tema massonico, parlerò male di Garibaldi ( o meglio vi presenterò della gente che parla male di Garibaldi)
Altrarealtà presenta un poderoso articolo "storico" intitolato: IL PENTIMENTO DI GARIBALDI, in cui l'eroe dei due mondi viene accusato di tutti i mali possibili, di essere un massone (questo era anche vero, ma per chi non è un idiota complottista non è necessariamente una colpa), ladro di cavalli, mercante di schiavi...
Fonte di tali verità un blog che si intitola Sciacca Borbonica, penso che già il nome dica molto.
Solo un breve brano:


Cronologia moderna delle azioni massoniche e mafiose

27 marzo 1848 - Nasce la Repubblica Siciliana.
La Sicilia ritorna ad essere indipendente, Ruggero Settimo è capo del governo, ritorna a sventolare l'antica bandiera siciliana.
Gli inglesi hanno numerosi interessi nell'Isola e consigliano al Piemonte di annettersi la Sicilia.
I Savoia preparano una spedizione da affidare a Garibaldi.
Cavour si oppone perchè considera quest'ultimo un avventuriero senza scrupoli (ricordano impietositi i biografi che Garibaldi ladro di cavalli, nell' America del sud, venne arrestato e gli venne tagliato l'orecchio destro. Sarà, suo malgrado, capellone a vita per nascondere la mutilazione) [Secondo altre fonti l’orecchio gli sarebbe stato staccato con un morso da una ragazza che aveva cercato di violentare all’epoca della sua carriera di pirata, stupratore, assassino in America Latina, NdT]. Il nome di Garibaldi, viene abbinato altresì al traffico di schiavi dall'Africa all'America.
Rifornito di denaro inglese da i Savoia, Garibaldi parte per la Sicilia.
11 maggio 1860 - Con la protezione delle navi inglesi Intrepid e H.M.S. Argus, Garibaldi sbarca a Marsala.
Da notare che secondo i nostri fedeli del re borbone tra il 27 marzo 1848 e l'11 maggio 1860 non è successo niente...la repubblica siciliana, diventata poi regno di Sicilia fu cancellata non da Garibaldi ma da Ferdinando II (a cannonate, tanto che gli diedero il soprannome di "re bomba"). Proprio la sanguinosa repressione borbonica del 1849 aprì la via all'impresa garibaldina.

 Concludiamo questo giro con una capatina nel regno dei cieli. Su per chiunque non ha capito un accidente il baldo eliseo (personaggio che abbiamo già incontrato) ci fa assistere ad un
Consiglio di guerra col Generale di Corpo d’Armata Michele A.
In cui si esaminano le "strategie del nemico", tra queste:
17. Si promuovono «democrazia e suffragio universale» in modo che i destini delle nazioni siano dati a gente senza istruzione e senza educazione;
18. Si abbatte ogni monarchia e si stabiliscono ovunque repubbliche; Si intriga affinché gli incarichi importanti siano affidati a persone che nascondano segreti che non possano esser rivelati al fine di poterli dominare col ricatto e la paura dello scandalo
e ancora:
21. Si distrugge la stabilità finanziaria moltiplicando le crisi economiche e preparando la bancarotta universale; faranno fermare gli ingranaggi dell’industria; faranno affondare tutti i valori; concentreranno tutto l’oro del mondo nelle loro mani; lasceranno capitali enormi in assoluta stagnazione e ad un certo punto sospenderanno tutti i crediti e provocheranno il panico

22. Stanno preparando l’agonia dei popoli e degli stati; distruggono l’Umanità attraverso soffrimenti, angustie e privazioni poiché la fame produrrà i loro schiavi.
Mi sembra evidente che il nostro eroe ha attentamente studiato "i protocolli dei savi anziani di Sion" e si prepara a combattere agli ordini di Michele A., indovinate chi può essere. Mi astengo per stavolta dal mettere la solita citazione da "Il buono, il brutto, il cattivo".
E per chiudere in bellezza:
Questi tre li segnaliamo come candidati per il Darwin Award
Ci risentiamo presto.




4 commenti:

  1. Paolo el panza27 luglio 2014 10:56

    Molti dicono che Mazzini fosse massone, ma diversi massoni di spicco (cha avrebbero da vantarsi di aver avuto un simile "fratello") tuttora negano che lo sia stato e che semplicemente voleva farsi passare per massone perchè, per dirla con termini di oggi "faceva figo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra certo che Mazzini non fosse massone, anche leggendo le sue opere non si trova il minimo accenno al pensiero massonico,Mazzini si appellava più volte all'aiuto divino, cosa che ben poco ha a che fare con la massoneria.

      Elimina
  2. Tutti i protagonisti del risorgimento sono stati classificati come massoni dopo che hanno osato annettere all'Italia lo stato della chiesa...

    RispondiElimina
  3. Ogni volta che ascolto l'aria "La Regina della Notte" mi vengono i brividi. Brano stupendo di grande difficoltà da cantare ...

    RispondiElimina