privacy

sito

net parade

siti web

giovedì 8 gennaio 2015

Voltastomaco

Amici lettori, in questo post c'è molto poco da ridere, si parla di un fatto luttuoso ma, soprattutto degli sciacalli che ne hanno prontamente approfittato.
Ieri, mercoledì 7 gennaio, due terroristi hanno fatto irruzione nella redazione della rivista satirica Charlie Hebdo ed hanno ucciso 12 persone. Immediata la reazione dei buffoni del web, scattati immediatamente alla ricerca di un complotto.
Ecco un primo quartetto.
Potevano astenersi il komandante e i suoi seguaci? Nei commenti a questo post ecco le prime reazioni:
Il komandante ci fa conoscere la sua alata analisi:
Ben 41 idioti apprezzano...ma si sa, il komandante sa e vede tutto, vi ricordate di lady Diana?
Poi c'è chi dice che se ne sta sempre chiuso in casa...Passa un giorno e nei commenti al post di cui sopra arrivano nuove idiozie:
Lascio a voi giudizi e commenti. Passiamo ad un altro cretino:
Ecco il genio della numerologia che ha fatto saltar fuori il numero 11. E un politico (???) che esprime la sua ponderata opinione:
Toh, 11 retweet!!! Complotto!!!
Passiamo ai blog, iniziamo con il più celebre dei blog complottisti: cloaca comune
L'ex regista ed ex altre cose tira fuori i possibili mandanti, coloro cui l'attentato può giovare:
Se io fossi Marine Le Pen, mi augurerei di tutto cuore un attentato come quello che è successo oggi a Parigi. Due uomini incappucciati che hanno massacrato 11 persone mentre urlavano "vendicheremo il Profeta" mi tornerebbero estremamente utili per portare avanti la mia campagna elettorale, basata sulla xenofobia e sulla Islamofobia in particolare.
Se io fossi un sionista, mi augurerei di tutto cuore un attentato come quello che è successo oggi a Parigi. Due uomini incappucciati che hanno massacrato 11 persone mentre urlavano "vendicheremo il Profeta" mi tornerebbero certamente utili per riaffermare il concetto che l'Islam è una religione violenta, abominevole, e che per questo motivo tutti i musulmani sono dei nemici della pace e della democrazia.
Se io fossi Francois Hollande mi augurerei di tutto cuore ...
... un attentato come quello che è successo oggi a Parigi. Due uomini incappucciati che hanno massacrato 11 persone mentre urlavano "vendicheremo il Profeta" mi tornerebbero estremamente utili per distrarre il popolo dagli attuali problemi e per lanciare un richiamo alla "unità nazionale", contro ogni forma di terrorismo e di attentato alla libertà di espressione.
Subito i suoi lettori si scatenano nei commenti:
 Questo è solo uno, come al solito se avete coraggio e stomaco solido potete andare a leggervi il resto.
Sentiamo invece cosa dice lo sai (che sei un cretino)
di tale maurizio elia spezia:
La satira dovrebbe essere pungente, ironica, puntuale ma mai esagerata, inconcludente, offensiva.
Quello che è accaduto oggi nella sede del “giornale” Charlie Hebdo‬ è drammatico e, anche se non del tutto chiaro, davvero triste.
Devo però far notare una cosa, stranamente molti (soprattutto giornalisti di regime) si schierano a difesa del giornale satirico che, diciamocela tutta, di satirico ha ben poco.
È rischioso arrogarsi il diritto di offendere sempre qualcuno (raffigurarono in copertina la Santa Trinità in un orgia omosessuale, alcune immagini le potete trovare cliccando qui), questo è il limite che non si deve oltrepassare.
Non si può e non si deve offendere nessuno in maniera così violenta perchè si rischia, come oggi, di ricevere violenza in cambio.
La satira dovrebbe far riflettere e non aizzare gli uni contro gli altri, per questo non credo nella democrazia, per questo sono convinto che nessuno possa “fare ciò che vuole” perché così si lede la sensibilità altrui.
Oggi più che mai essere cristiani è accettare gli scherni e le calunnie, oggi più che mai si imita la Croce.
È divertente allo stesso tempo notare come gli “atei” tengano alta la lotta alla religione difendendo Charlie Hebdo, difendono l’oscenità, il cattivo gusto, la cattiveria, difendono il sistema che li vuole così tutti schierati, tutti uniti verso un “nuovo ordine”.
Insomma, secondo maurizio elia, quelli di Charlie Hebdo se la sono cercata...
Concludiamo questa parata col nostro giornalista di inchiesta che, su proposta di Kaiser, d'ora in poi chiameremo giornaballista, La prima reazione a caldo è stata la pubblicazione su giùlacoda, di questo post:
Il breve articolo si chiude con questo brano:
 Ma siamo proprio sicuri che siano stati i cosiddetti intregralisti islamici a compiere la strage parigina, e non invece, i servizi di sicurezza (Sdece) della Francia? Cui prodest? Un restringimento di libertà civili, con il pretesto della sicurezza pubblica.
Il giorno dopo, cioè stamattina, il giornaballista torna sull'argomento:
Tema cruciale: informazione, o meglio disinformazione pilotata, vale a dire embedded, ed infine belligerante. C’è per caso in cabina di regia qualcuno che canta fuori dal coro? Non mi pare.
Tutto è iniziato a New York l’11 settembre 2001. Rammentate l’auto-attentato del governo a stelle e strisce, smascherato negli States da ricercatori liberi e indipendenti, anche se poi nell’Italietta delle banane c’è qualche paparazzo di moda italidiota che si è appropriato di farina altrui.
Lui invece ha condotto una accurata indagine: è corso a Parigi, ha visto i luoghi, ha interrogato i testimoni...Come dite? Se ne è rimasto a casina sua e ha tirato fuori un po' di notizie, più o meno corrette guardando internet, ma che delusione!
Potrei continuare per un bel pezzo, ma non credo di farcela, vi rimando a questo articolo:
Stefania Carboni dà una panoramica delle idiozie complottistiche. Invece qui:
Sergio Staino ricorda i colleghi di Charlie Hebdo, mi piace questa frase:
La satira è per sua natura seminatrice di dubbi. La sua arma è l’intelligenza e in questo fa più male di un fucile o di una bomba»
Già, l'arma è l'intelligenza, per questo certi personaggi non capiranno mai la satira (e non saranno mai capaci di farne).
 Chiudo con questa vignetta presa da i de complottis e vi do appuntamento a domani quando tornerò ad occuparmi di scie chimiche, alieni e alienati vari.

9 commenti:

  1. Paolo el panza8 gennaio 2015 14:56

    Più che indignarmi per le ca77ate dei complottardi stile o'comandante, qui mi "imbufalisco" (sì!) io perchè certi politici francesi, fra cui una signora della quale mi astengo dal farne il nome, vorrebbe riarmare le frontiere, chiedere a chi entra garanzie di ritorno e il deposito delle impronte digitali negli archivi della polizia, salvo poi accorgersi che quei delinquenti erano suoi compatrioti.
    Come per Londra 2005 (assassini lì tutti cittadini britannici): se li sono già caricati in casa...

    RispondiElimina
  2. E' vero, si, i complottisti si dimostrano sempre degli imbecilli.

    RispondiElimina
  3. praticamente OT, ma forse vale la pena di farci caso:
    scrive lo zanni "anche se poi nell’Italietta delle banane c’è qualche paparazzo di moda italidiota che si è appropriato di farina altrui"
    non bastava Giannozzo vs Rosy e viceversa, ora Giannozzo vs Redazione, manca solo il circo Massimo vs Strakkino e il triangolo si chiude, si neutralizzano da soli col de bello fuffico e noi non serviamo più...

    ci vorrebbe una risata ma non è il momento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno di loro vorrebbe accappararsi in esclusiva i gonzi.

      Elimina
  4. I soliti mentecatti del cazzo ; cui prodest ? Gli unici che esultano quando accade qualcosa del genere sono proprio ste latrine umane cosi' hanno da scrivere ed elucubrare per giorni e giorni
    ecco a chi viene comodo l'attentato
    vermi

    RispondiElimina
  5. non avrei mai creduto di dovere una qualche forma di rispetto al fisico bestiale, ma devo dire che il pennuto fa marchette - perché non c'è dubbio che le faccia - con un'eleganza sconosciuta allo zanni e al pelato che invece supplicano piagnucolosamente per un po' di elemosina (per l'ex paparazzo, ora esule di ritorno, non ho elementi in un senso o nell'altro)

    RispondiElimina
  6. Quelli di luogocomune sono proprio dei ritardati, per loro non esiste attentato che non sia false flag cia/mossad. La cosa più ridicola poi è che saltano fuori con frasi del tipo: "quella del ritrovamento della carta d'identità, io non me la sono bevuta." come se loro fossero quelli svegli e tutti gli altri dei boccaloni. Se in futuro ci azzeccheranno sarà solo perché per loro qualsiasi cosa è complotto e sparando nel mucchio prima o poi si indovina. Ad ogni modo quel sito è un ritrovo di spostati antisemiti e filojihadisti che andrebbe chiuso per le cazzate che spara... Si credono i più intelligenti di tutti e invece sono solo dei pazzi deliranti.

    RispondiElimina
  7. Grazie per questa pagina.
    Hai espresso a pieno ciò che sono questi complottardi in un'unica pagina.
    Bel pezzo.

    Daniele

    RispondiElimina
  8. Gli ultimi giorni sono stati veramente l'esposizione universale della demenza.

    RispondiElimina