privacy

sito

net parade

siti web

sabato 21 marzo 2015

Oggi siamo buoni (più o meno)

Indistruttibili lettori, come detto nel titolo oggi siamo (Kaiser ed io) buoni, quindi tratteremo pochi argomenti, uno di questi giorni vi faremo anche riposare.
Cominciamo occupandoci di un argomento serio, la geopolitica! Ce ne fornisce lo spunto pianetaxyz il noto "giornale scientifico".
Ecco un articolo chiarificatore:
Dopo essere sparito dalla circolazione per 11 giorni, Vladimir Putin è ricomparso in pubblico con un’ideuzza nuova di zecca: un’unione monetaria della Federazione Russa con Bielorussia e Kazakistan.
“Riteniamo sia giunto il momento di parlare della possibilità di formare una unione monetaria in futuro” ha detto Putin ieri durante un incontro coi presidenti kazako e bielorusso Nursultan Nazarbaev e Aleksandr Lukashenko. L’incontro si è svolto ad Astana capitale del Kazakistan.
La mossa era da me già stata prospettata diversi ani fa, si va verso la tripolarizzazione geopolitica del mondo, culturale, monetaria ed egemonica.
Da un lato, l’euro-dollaro e il TTIP e dall’altro il rublo che diverrà la moneta unica largamente più diffusa geograficamente. In Asia, fonderanno yuan cinese, yen giapponese e le divise dei paesi d’influenza sino-nipponica.
Il piano occulto della globalizzazione procede imperterrito e il terzo conflitto mondiale è inteso come catalizzatore (= acceleratore) di tale processo. Non conta se ci saranno un paio di miliardi di morti.
Intanto, basta aprire gli occhi per rendersi conto che non si tratta di supposizioni.
Ieri sul sito di Russia Today è apparso un articolo sul progetto di un nuovo velivolo militare da trasporto russo che dovrebbe essere messo in servizio tra una decina di anni.
Ma osservate il disegno artistico che lo dipinge (sotto). Nel cielo appaiono diverse scie chimiche compreso un “ricciolo” creato con il cerchio della morte da un aeroplano. Ciò dimostra solamente che sono tutti d’accordo, la divisione in fazioni come destra-sinistra, est-ovest è, ed è sempre stata, fittizia, capito?
Ecco la foto dell'aereo, quanto ad aver capito...una cosa l'avremmo capita riguardo le capacità mentali dell'estensore dell'articolo, siccome siamo buoni non la diciamo.
Su stupidità libera appare un lunghissimo articolo dal titolo:
Si tratta in realtà di un collage ottenuto mettendo insieme tre articoli diversi. Il primo, dal titolo  Dall’Illuminismo agli Illuminati: ecco come lavorano per esercitare il controllo delle masse è opera di un certo vincent pisano ci parla dell'informazione e dice peste e corna di internet
Internet, questo pilastro della “globalizzazione silente”, ha fatto breccia in tutto il globo, in particolar modo per la gratuita di molti servizi, fra cui l’email.
Come per la telefonia, ma ancor più efficace, più diffuso e meno costoso è il web-sniffing. Ne sanno qualcosa in prima battuta i bloggers, quando nel proprio sito-blog vengono introdotte pubblicità indesiderate, ma ben articolate e accattivanti: troppo facile bucare la sicurezza di tali sistemi tendenti all’obsolescenza se non viene aggiornata la “carrozzeria” del software di base che racchiude i contenuti del blog. E per i posts indesiderati? le contromisure: il famoso quanto odioso captcha.
E lo sappiamo anche noi, sempre inondati dal cosiddetto “spam”. Nulla possono gli antispam contro le emails indesiderate che inondano la nostra posta. Né tantomeno gli ad-aware che, anzi, troppo spesso veicolano e vendono i nostri dati a migliaia di aziende di marketing presenti nel web che, a loro volta ci inviano email più “mirate” sui nostri gusti. Men che meno gli Antivirus: dal momento che i veri virus ante terzo millennio non esistono più (bruciare l’hard disk con tutto il contenuto sarebbe un mancato cliente fonte d’informazioni da “globalizzare”), la funzione degli antivirus è limitata alla difesa dalle “aggressioni anarchiche” della rete globale, i cosiddetti worms (vermi). Poi arrivano i software di chat, integrati con la telefonia, ultimo grido il fatidico “quasi” gratuito WhatsApp, comprato da Mr Facebook a suon di “testoni” , ad un prezzo di gran lunga superiore a quello sovrastimato da qualsiasi mercato.
L’acquisizione di WhatsApp vuole dire dirottare verso un nuovo padrone il know-how già acquisito in tema di:
- Gusti e inclinazioni dei propri iscritti,
- Posizione geografica e traccia degli spostamenti in tempo reale
- Sniffing delle conversazioni telefonico-chat .
Altro nettare per l’azienda ideatrice di Facebook, che adesso potrà incrociare i dati acquisiti con quelli del suo grande Social Network Globale, che annovera oltre 200.000.000 di iscritti in crescita continua.
Notate niente di strano? Tutti questi personaggi che dicono peste e corna di internet hanno il loro sito o blog, o entrambi. In genere hanno anche un profilo facebook, twitter ecc...
Continua parlando di banche, NWO e, naturalmente, del famoso microchip:
La tecnologia oramai da tempo ha varato il Microchip umano: é il primo microchip impiantabile su una persona, dispone di molteplici funzioni di sicurezza, bancarie e mediche. A più di un centinaio di agenti di polizia in Messico si sta impiantando un Microchip nel braccio. I Chip fanno si che una persona possa essere scannerizzata come una scatola di cereali al supermercato. Proprio come un microchip impiantato nel collo di un cane o di un gatto che permette l’identificazione dell’animale smarrito: questa capula di vetro potrà fare lo stesso per gli esseri umani.
Beh lascio perdere e passo alla seconda parte, l'autore è sempre lui vincent, qui affronta il tema illuminati (anzi i11uminati...)
Ma cosa accade a coloro che cercano informazioni in rete, d’incontrare articoli, resoconti o documentazioni sugli “Illuminati”? Donde provengono? Cos’è questo cosiddetto “Nuovo Ordine Mondiale”? O ancora: fino a che punto questi “illuminati versione 2.0” compenetrano la nostra realtà, la nostra storia? E a che scopo? Infine, come faranno a condizionare le nostre menti fino ad acquisirne il controllo subliminale, spiare i nostri movimenti e le nostre azioni?
Analizzando superficialmente i messaggi che ci provengono dalla realtà esterna, si può già intravedere l’accenno di una risposta a tali quesiti. Un segnale chiaro e sibillino – che poi rappresenterebbe il Sigillo degli illuminati – è “stampato” proprio nelle monete statunitensi da 1 dollaro; sopra il vertice della piramide compare la scritta «Annuit Cœptis», di «tredici» caratteri. Il numero tredici è ricorrente nella banconota: l’altro simbolo, ad esempio l’aquila, tiene nel becco un nastro con la scritta latina «E Pluribus Unum» composta da «tredici» caratteri, che significa «Da Molti Uno» e sopra la testa dell’aquila, tredici punti uniti nel disegno di una stella a sei punti rappresentano che «la provvidenza ha favorito il nostro impegno», «la divinità ha acconsentito» o anche «approva le cose iniziate».
Sotto la base della piramide la scritta contiene un evidente errore ortografico affinché la “divisa” «Novus Ordo Seclorum» risulti composta da 17 lettere invece che da 18. La scritta corretta dovrebbe recitare più o meno così: «Novus Ordo Seculorum». Perché allora inserire volutamente ad arte un errore? Cosa significherà mai il numero «diciassette»? Esso equivale alla «privazione della perfezione celeste altrimenti rappresentata dal numero 18».
Il nostro eroe dà i numeri...ma il numero caro agli illuminati non era l'11? Ma ecco che cita un personaggio fonte di verità assoluta:
Dalla psichiatria alle armi psicotroniche: Illuminati 3.0.
Scrive nel suo libro e racconta Adam Kadmon (nome d’arte di un personaggio che non vuole rivelare la propria identità, peraltro conduttore attuale della trasmissione “Mistero”): “Secondo un’interessante “teoria del complotto”, esisterebbe un gruppo d’illuminati che avrebbe sviluppato negli anni ’40, grazie agli studi effettuati dai nazisti, proseguiti negli anni ’60 dal KGB russo, continuati negli anni ’80 dagli Stati Uniti, dei dispositivi, il cui costo attuale è di appena 80.000 euro, capaci di sparare proiettili a microonde e onde elettromagnetiche ELF e VLF capaci di interagire con i neuro-trasmettitori del nostro cervello mediante sistemi tecnologici d’uso comune (telefonini, social network, etc.). Queste onde sono sintonizzate sulla frequenza di funzionamento del cervello umano. Quest’ultimo si confonderebbe scambiando quelle onde per quelle naturalmente prodotte da esso. Tarando opportunamente queste radiazioni elettromagnetiche, sarebbe possibile non solo sedare l’aggressività di intere masse di persone, per esempio rivoltosi, ma modificare la percezione della realtà cosicché abbiano delle allucinazioni. Queste onde vengono irradiate su vaste zone in aree metropolitane affinché le persone non riescano ad organizzarsi fra loro per ribellarsi alle gravissime ingiustizie che starebbero subendo da certi governi ormai, a quanto pare, completamente sotto il controllo degli illuminati”.
Oh, adam kadmon, hai detto niente!!! (in effetti...).
La terza e ultima parte si intitola Tra complottismo ed esoterismo, ovvero l’entusiasmo dell’attenzione  ed è opera di un certo piero cammerinesi. Qui si tirano in ballo l'esoterismo e rudolf steiner. Solo un brano:
Chi si occupa di esoterismo sa bene che il piano esteriore – quello della storia ufficiale per intenderci – è a sua volta l’espressione di un piano meno evidente – occulto per l’appunto – dal quale partono gli impulsi che muovono gli eventi esteriori.
Uno dei primi a parlarne con chiarezza fu proprio Rudolf Steiner, il quale dichiarò senza mezzi termini che “ogni cosa che accade esteriormente nel mondo fisico dipende dalle forze e dalle potenze spirituali che ne stanno alla base”.
Naturalmente non è facile comprendere appieno come tali forze e potenze spirituali agiscano, e accorgersene è, nella maggior parte dei casi, evidentemente complesso. All’occultista è noto che vi sono connessioni che dal mondo esteriore portano alle confraternite occulte, così come esistono collegamenti tra queste ultime e il mondo spirituale. Quando vi sono persone che operano utilizzando forze a livello invisibile – sia positive che negative - ciò di regola si manifesta in ampi ambiti temporali; al tempo stesso queste persone, che lavorano occultamente senza scrupoli, mostrano di avere una visione particolarmente ampia di quanto accade negli avvenimenti storici.
Essi, in genere, utilizzano movimenti spirituali esistenti, per conseguire i loro obiettivi. Sovente si tratta di uomini che non si palesano sul piano esteriore, servendosi di intermediari per mezzo dei quali conseguire i risultati voluti.
“Si tratta di cose – prosegue Steiner nella stessa conferenza - che devono svolgersi in modo da non essere notate dalle altre persone. Abbiamo già avuto modo di osservare come gli uomini siano in una certa misura disattenti, distratti, non guardino volentieri a ciò che accade. Questo però viene strumentalizzato dai molti che si servono di determinate connessioni occulte per agire nel mondo. Chi osserva il mondo, non nel modo in cui la gente lo guarda abitualmente, bensì con uno sguardo spregiudicato, saprà che ci sono uomini che si lasciano influenzare da quanti vogliono servirsi di simili mezzi. E se qualche occultista non particolarmente coscienzioso si prefigge di influenzare altri uomini, riuscirà a esercitare un influsso ben determinato”.
Come sempre se siete coraggiosi, pazienti e soffrite di insonnia stasera, prima di andare a letto, potete leggere tutto l'articolo, il sonno è assicurato.
Lasciamo i complotti e i deliri complottisti e andiamo ad occuparci di energia, ecco fisica nientistica che ci insegna come
Opera di beatrice (chi sarà costei? Dubito sia la Beatrice amata da Dante), vediamo quali straordinarie rivelazioni ci propone:
È ormai incontestabile che esista un tipo di energia in grado di guarire e rigenerare il corpo e lo spirito. Oggi conosciamo diverse terapie che utilizzano la trasmissione di questo “fluido” attraverso le mani o, addirittura, il pensiero.
Lo spazio, secondo le scoperte dei fisici, non sembrerebbe vuoto, bensì immerso in un campo energetico dalla concentrazione estremamente elevata. Gerald Feinberg, nel 1966, fisico dell’Università della Columbia (USA), lo ha descritto come composto da particelle che si muovono più velocemente della luce. Da questa caratteristica deriva il nome ‘tachione’, da lui scelto per definirlo. Infatti, il termine proviene dal greco ‘tachy’ e significa accelerazione, velocità (vedi le nostre parole italiane ‘tachimetro’ o ‘tachicardia’, che hanno la stessa origine).
Queste particelle costituiscono una fonte di energia libera, che sta al di fuori del campo elettromagnetico, quindi al di sopra delle frequenze, e indipendente dalla luce e dal sole. Questa energia primaria più veloce della luce, è fonte infinita di energia libera (free energy) nello spazio, e sembra essere quel certo quid che tiene l’intero universo in armoniosa e sinergica crescita, cioè in fase di entropia negativa. Lo si potrebbe paragonare a una specie di “collante vitale cosmico” che impregna l’intero creato, e ha in sé lo spettro di tutte le frequenze necessarie alla crescita e al benessere di tutto ciò che contiene.
Secondo Kaiser, che conosce la fisica quantistica (è un discendente del gatto di  Schrödinger), quelle riportate sopra sono parole in libertà che con la fisica, con qualsiasi fisica, non hanno alcun rapporto.
Segue una lista di personaggi tra cui: paracelso, mesmer e naturalmente lui:
- Nikola Tesla, fisico e ingegnere di origine croata (1856-1943), così si esprimeva a tal proposito: “Ho scoperto una fonte di energia sconosciuta e inesauribile che può essere utilizzata. Ovunque, nel cosmo, vi è energia”. Per provare questa sua scoperta, Tesla mise a punto un esperimento con una pesante macchina di lusso, che funzionava (raggiungendo una velocità di 130 km/h!) attingendo a questa misteriosa fonte energetica, da lui chiamata ‘energia del campo gravitazionale’. Oggi, questi esperimenti sono considerati un classico esempio di conversione dell’energia tachionica.
Scusa Nikola, conclusione:
La funzione dell’energia cosmica
Questa specie di fluido energetico, di cui tutto il creato è permeato – quindi anche noi esseri umani – è quell’energia che mette in grado i sistemi vitali di mantenere il proprio ordine rigenerandosi, grazie all’innata capacità di assimilare questa stessa energia vitale. Il nostro campo energetico, quindi il nostro intero organismo e la nostra realtà, hanno la naturale tendenza ad equilibrarsi, rinforzarsi e rigenerarsi, tendendo al loro meglio. Sono queste le qualità di autoguarigione insite in ogni organismo: una ferita si rimargina da sola, e noi, questa straordinaria capacità del nostro corpo, la troviamo semplicemente scontata!
Segue pubblicità a libri vari...
Beh, occupiamoci ancora di Tesla, informazione consapevole che ha copiato da scienza e conoscenza , ripresa da progetto atlanticus, pubblica un articolo in cui si parla di lui senza tirar fuori le consuete fandonie:
Opera di emanuele cangini. Una volta tanto si parla di fatti reali e non si tira fuori l'auto che andava senza motore o il raggio della morte.
Tesla nasce il 10 luglio del 1856, figlio di un prete ortodosso e di una madre che, si diceva, avesse particolare talento nell’ideare oggetti ad uso domestico. A 28 anni, trasferitosi negli Stati Uniti, conosce Edison, con il quale allaccia la sua travagliata collaborazione professionale. Contrariamente a quanto sostenuto dall’imprenditore, che vedeva nella corrente continua il presente e il futuro dell’energia elettrica, Tesla abbraccia, pur avendo progettato e perfezionato il generatore in CC (corrente continua, la tensione è costante al variare del tempo) su commissione dello stesso Edison, la ricerca e lo studio della corrente alternata (CA, la tensione varia in funzione del tempo). Anche se a differenza della CC, quella alternata non poteva essere accumulata, rappresentava il grande vantaggio di poter essere trasmessa a lunga distanza, con perdite ridotte, attraverso trasformatori e mantenendo alte le tensioni del sistema. Questo permetteva di abbattere i costi dell’impianto di distribuzione mantenendo alta la resa utile a valle, cosa che, con l’obsoleto sistema in CC, non era possibile. Tutti possiamo osservare quanto il nostro attuale sistema di distribuzione dell’energia elettrica sia concreta espressione delle applicazioni di Tesla, essendo basato su una CA operante tra le frequenze dei 50 e 60 Hz (in base alla zona di smistamento).
Nel 1915 progetta l’applicazione pratica del motore a induzione trifase, detto anche asincrono, che sfrutta un campo magnetico rotante al fine di produrre energia elettrica, presentando il vantaggio di ridotti ingombri, bassi costi e assenza di problematiche derivanti dalle alte temperature. Molti elettrodomestici attuali funzionano proprio grazie a questo tipo di applicazione. Due anni prima del motore asincrono trifase, nel 1913, inventa la turbina senza pale, denominata in suo onore turbina Tesla: sfruttando un particolare effetto dello strato limite (termine con il quale si descrive in fluidodinamica una particolare condizione di riduzione di flusso) di un fluido, la perdita di energia cinetica del fluido causata da tale effetto, viene riacquisita dalla turbina, generando così una coppia motrice (utile per produrre lavoro meccanico). Un campo vasto di applicazione per la turbina Tesla è quello della geotermìa.
Più suggestivi, indubbiamente, furono gli esperimenti svolti nel 1900 nel laboratorio di Colorado Springs, dove, come riportato dal suo diario, il brillante fisico intraprese dimostrazioni e congetture sulla ionosfera e la trasmissione di potenza elettrica via etere (senza fili).
Come vedete ce n'è abbastanza per riconoscere il genio di Tesla, anche senza inventare cose assurde.
Concludiamo vedendo come si è svegliata la dea:
Accidenti, l'ha postato in tarda serata così ce lo siamo perso!
Abbiamo appena passato fortissimo portale interiore del 17 marzo in compagnia di Urano, Plutone e tutti gli altri loro amici e collaboratori, ed eccoci qui immersi in questa magica giornata in cui in solo pochissime ore succede una rivoluzione cosmica, terrestre ed U- mana.
Tra le lacrime che scorrono e sorriso che non desidera scendere dal mio viso, nella mente arrivano, con insistenza,le scene del film Lady Hawk.
Eh?
E quasi in fine di questa giornata incantata, alle 23:45 (ma guarda caso proprio alle 2345 – Leggi il significato qui http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=7547 ) il Sole dal acqua dei Pesci sta saltando nel fuoco del Ariete segnando il momento per tutta la natura che la rinascita può iniziare. I semi nascosti sotto la terra spunteranno in modo visibile con la benedizione di Saturno (padrone del tempo) nel suo giorno.
Sto rileggendo che cosa ho scritto e rido.
Non c’è neanche minima traccia di razionalità.
Non riesco essere razionale.
Ma sento, sento, sento esplodere immensa magia di questo giorno di Venere.
Nonostante questo credo che possiate sentire immensa magia di questo giorno di Venere che ci porta verso la rinascita.
Tanja
Secondo Kaiser la dea alza troppo il gomito.
Vediamo la parata finale introdotta da questa immagine

 Ecco un po' di gente che non perde occasione di tirar fuori le scie, ci sono anche questi:
Loro invece pensano agli elohim e alla trasmutazione in atto (gli scemi si stanno trasformando in idioti...)




2 commenti:

  1. Paolo el panza21 marzo 2015 22:44

    Una precisazione: come può Tesla aver creato il motore asincrono nel 1915 quando questo aveva applicazioni industriali già da oltre 20 anni?
    Le locomotive italiane E.550 (prime elettriche a corrente trifase costruite in Italia, ma non prime in assoluto, su progetto ungherese) sono uscite di fabbrica le prime nel 1910 ed erano azionate da motori asincroni.
    Per applicazioni industriali, un interessante perfezionamento (la "doppia gabbia") fu ideato da un certo Ing. Boucherot, non ricordo se fosse svizzero o francese, nel 1894, anche se la sua utilità fu riconosciuta una trentina d'anni dopo.
    Temo che, se qualcuno lo demonizza, qualcuno tenda a divinizzare Tesla, che fu uno dei tanti innovatori dell'elettrotecnica ma non il solo.

    Altra curiosità elettrotecnica: un ingegnere svizzero di nome Thury costruì diverse reti in continua prima di Edison, che non le poteva però copiare perchè brevettate sia "first filed" che "first built". L'inventore svizzero (un geniaccio, per i suoi tempi) ebbe l'idea di lasciare costante la corrente e far variare la tensione a seconda dei carichi. Però l'impianto era di uso complicato (troppo per spiegarlo qui), ma non tanto da non avere impieghi industriali: una parte della città di Lione fu alimentata con questo sistema fra il 1905 e il 1936. Gli impianti di Thury potevano anche arrivare a 100.000 V ma questa rimase una tensione di progetto.

    PS: ma o'komandante non scrive più?

    RispondiElimina
  2. FB ha 200.000.000 di iscritti?
    Magari 15 anni fa...
    Sempre aggiornatissimi i complottari.

    RispondiElimina