privacy

sito

net parade

siti web

mercoledì 25 marzo 2015

Sciacalli ed altre bestie fastidiose

Cari lettori, oggi comincio questo post molto inc...ato, forse vi chiederete perché; il motivo è semplice, ho avuto ulteriori prove del fatto che sciacalli e leccapiedi continuano, senza vergogna, la loro attività.
Ieri, 24 marzo, è precipitato sulle alpi un airbus A320 con a bordo 150 persone, nessun superstite. Degli esseri che avessero almeno una minima traccia di umanità si sarebbero guardati dall'usare questa tragedia per pubblicizzare le idiozie che vendono ai gonzi. Purtroppo ci sono buffoni senza vergogna, pronti a sparare idiozie dall'alto della loro "competenza" in tema di aerei e scie chimiche.
Ecco il noto pagliaccio sanremese (di adozione) e una certa antonella che gli dà spago, la povera cretina racconta che "irrorava sicuramente".
Andando poi sul fogna blog troviamo i commenti di qualche allucinato.
Tutti a dire che "seguiva una rotta anomala", ma si tratta della rotta seguita normalmente dagli aerei che effettuano il collegamento Barcellona-Dusseldorf, si può controllare qui, a quanto pare il Komandante, che dice di essersi diplomato geometra, non sa cos'è una ortodromica, probabilmente lui e i gonzi che lo seguono pensano che gli aerei seguano una linea retta come quella che si può tracciare su una carta, nessuno di loro ha ancora capito che la Terra è sferica e la carta è bidimensionale.
Alla vicenda ha dedicato un ottimo articolo Bufale un tanto al chilo:
Vi consiglio vivamente di leggerlo.
Passiamo ad occuparci di qualcuno che unisce allo sciacallaggio il leccapiedismo. Su stupidità libera appare un articolo intitolato:
 La prima parte è opera della s.ra/ina "redazione" ed è sciacallaggio puro:
Fra poco sentiremo la prima gallina cantare e sarà quella che ha eseguito il lavoretto. Si parlerà di terrorismo ovviamente se non si potrà dare la colpa alla Russia.
Un Airbus della German Wing si è schiantato nel Sud della Francia
A bordo c'erano 148 persone. Secondo il governo francese non ci sarebbero superstiti. L'aereo collegava Dusseldorf a Barcellona 
Segue una seconda parte:
La Germania in aperto contrasto con la NATO e con la “frenesia bellicista” dei falchi di Washington
Copiata da sputnik news che, guarda caso, è il nuovo nome della "voce della Russia", l'erede di Radio Mosca, organo di propaganda russa foraggiato dal governo di putin...
Naturalmente sputnik news non parla dell'aereo precipitato e non si mette a scrivere deliri come la s.ra/ina redazione, la quale provvede ad aggiungere di suo e conclude:
In ogni caso i russi si sentono accerchiati dalla NATO che ha creato le sue basi anche in Lettonia ed Estonia, lungo il confine nord della Russia, mentre l’Occidente accusa la Russia di “espandersi” in Europa.
Le forze militari russe intanto si stanno preparando per ogni evenienza ed hanno ripreso le esercitazioni nucleari, verificando l’efficienza dei sistemi ICBM sul loro territorio ed attraverso la flotta dei sommergibili, ammodernata di recente con altre unità che navigano in permanenza dal Baltico all’Oceano Atlantico, con i loro sistemi missilistici puntati sulle basi militari NATO in Europa e negli Stati Uniti, con i loro satelliti dallo spazio e gli aerei spia che sorvegliano i movimenti delle esercitazioni NATO che avvengono in questi giorni in Norvegia e nei paesi baltici.
L’Occidente è avvisato: la Russia è pronta ad una guerra e saprà difendersi da una possibile aggressione. La Germania lo ha ben capito, il resto dell’Europa forse non ancora.
C'è un commento di tale belli corrado, ne riportiamo l'inizio, più che sufficiente per comprendere l'individuo:
Non solo la Germania, anche la Francia è sotto pressione , ambedue paesi sono contrari a una guerra contro la Russia, la ricomparsa di Sarkozy sulla scena Politica Francese è un brutto presagio per l'Italia, lo scenario di un'aggressione della Francia contro l'Italia è più che mai possibile, l'Elite ha scelto il nano francese perchè sanno che è un criminale per passione e religione(sionista radicale) , d'altronte fu lui a prendere la decisione di attaccare la Libia, il prossimo Paese ad essere preso di mira sarà la Repubblica Ceca, visto che la popolazione ed il governo sono contrari che gli USA mettano Basi sul loro territorio, inoltre non vogliono che mezzi corazzati USA/NATO passano sul loro territorio dopo le manovre fatte con la Lettonia /Estonia /Danimarca e altri paesi Nato,
Restiamo in tema di leccapiedismo ed andiamo su un universo di gonzi dove troviamo un articolo di nicola zegrini:
Il nostro autore comincia delirando di economia:
Quando avevo scritto l’articolo che segue, avevo tralasciato il fatto che, avendo i paesi BRICS intenzione di creare una nuova moneta di riserva mondiale, ci fosse l’assoluta necessità che quella moneta fosse stabile. Visto quindi che, nel progetto, quella moneta doveva tornare ad essere legata all’oro, come era per tutte le valute prima del 1971, essa avrebbe risentito delle fluttuazioni di tale metallo, il cui prezzo, essendo fissato arbitrariamente da finanzieri nella City di Londra, è stato fino ad ora instabile e volatile. Probabilmente poi, con la creazione di un sistema monetario legato al prezioso metallo il suo prezzo sarebbe stato arbitrariamente spinto al ribasso, proprio come succede adesso con il petrolio e con la moneta Russa; una possibilità che non poteva essere accettata da chi stava creando un nuovo sistema finanziario, uno che dovrà nascere dalle ceneri del truffaldino sistema precedente.
Il fatto che il Regno Unito si sia unito alla nuova Asian Investment and Infrastructure Bank, cedendo la facoltà di fissare il prezzo dell’oro, significa un passo enorme nella realizzazione del piano che avevo esposto. Tutto va in quella direzione e, il fatto che, pochi giorni dopo, anche altri paesi, tra cui anche il nostro, si sono aggiunti è una conferma clamorosa che dimostra come, dietro le quinte, ci si stia muovendo a velocità sempre più elevata. Cina, Russia, India ecc. stanno inoltre continuando ad acquistare oro a prezzi stracciati il quale costituirà la spina dorsale del nuovo sistema finanziario e il nuovo metodo di pagamenti che sostituirà lo SWIFT è già pronto e potrà partire entro Giugno. Vi prego di rileggere l’articolo perché è proprio quello che sta succedendo e presto sarà utile a tutti poter comprendere il funzionamento di quel passo storico che porterà all’azzeramento del debito e ad una nuova rinascita per l’umanità; per questo stesso motivo, vi prego, condividete.
Continua con un bla bla abbastanza lungo che sembra copiato in buona parte dai deliri di Benjamin fulford. Vediamo la conclusione:
Ora la domanda sulla bocca di tutti credo sia questa: possiamo fidarci di questi BRICS? O, in altre parole: quello cui stiamo assistendo è uno spostamento degli equilibri che da ovest si muovono verso est, chi ci assicura che un sistema di schiavitù non sostituirà l’altro?
Io purtroppo non sono in grado di rassicurare nessuno in questo senso, quello che so è che ad ogni cambio di regime è sempre seguito un periodo di relativa pace, benessere e tranquillità; che il sistema del Gold Standard è sicuramente più equo e giusto di un sistema che dà a pochi privati il potere di gestire a loro piacimento ricchezza e debito. Sono sicuro che quando tutto questo avverrà comincerà la divulgazione di fatti che avranno un impatto imperituro sull’opinione pubblica: vedi 11 settembre; crimini finanziari; di religione; il fatto che tutte le guerre sono state combattute per ragioni economiche e chi più ne ha più ne metta. Tutto questo sarà, per forza di cose, un enorme passo verso la cosa più importante di tutte, ovvero una maggiore consapevolezza da parte di tutto il genere umano. Ci sarà più ricchezza materiale e spirituale perché le religioni non saranno più usate come pretesto per combattere guerre i cui veri fini sono l’occupazione e lo sfruttamento. Diminuirà l’inquinamento atmosferico perché le nuove tecnologie non inquinanti sostituiranno quelle obsolete di oggi tenute in vita a forza dalle lobby del petrolio. Probabilmente torneremo ad essere liberi di alzare gli occhi e vedere il cielo di un limpido color azzurro. Buona parte dell’industria militare verrà smantellata quindi non dovremo più pagare tasse per mantenerla o temere di essere trascinati in qualche inutile guerra. Potremo lavorare meno e guadagnare di più, magari facendo quello che ci piace perché le macchine potranno sostituire l’uomo in molti lavori e soprattutto non verranno più creati lavori utili al solo scopo di tenere la gente impegnata per impedirle di pensare. Potremo smettere di prendere farmaci che ci fanno più male della stessa malattia per tenere in vita l’industria farmaceutica. Cominceremo a renderci conto che tutte le malattie sono espressione di un nostro disagio interiore. Con il tempo spariranno gli OGM nei cibi, ci sarà molta più informazione riguardo all’alimentazione e potremo ricominciare a mangiare più sano. Ecc. ecc.
Il sole sorge ad est e tramonta ad ovest ovvero potrebbe essere l’inizio di una nuova era ma questo dipenderà solo da noi. Da quanto riusciremo a tenere viva la nostra consapevolezza e a comprendere che siamo come un’unica entità e che solo aiutandoci l’un l’altro riusciremo a realizzarci nel pieno come società e come individui. Schiavi o liberi, oriente occidente: tutto dipende da noi.
Occorre commentare?
Lasciamo sciacalli e leccapiedi ed andiamo a vedere cosa ci racconta il nostro giornalista di richiesta. Sul suo blog giùlacoda è apparso un post il cui significato risulta incomprensibile:
Andarsene, fuggire, disertare è a momenti una tentazione irresistibile. Per l’usura di un rapporto, per il dolore di una sconfitta, per l’intollerabilità di una dittatura. Non importa, dove, ma andarsene per sempre. Dall’Iliade in poi voltare le spalle, è il contrario dell’aretè, del valore e della virtù. Dall’alto delle Termopili Leonida campeggia sui gesti della nostra vita. Insomma, la defezione non ha mai avuto una legittimità etica. Anzi, quando questa tentazione passeggera, da impulso individuale si fa pulsione collettiva, l’immaginario occidentale non può che esorcizzarla. Però, si capisce, in certi casi, che l’uscita non è un abbandono della lotta, ma a sua volta, è uno spostamento della battaglia. L’esodo, quindi, assume un nuovo significato, non è più una resa incondizionata, non è più abbandonare il conflitto, bensì è un nuovo modo di combattere il potere.
Vuoi vedere che il prode sta meditando di andarsene, piantare là inchieste e richieste e dedicarsi ad altro? (non sperateci troppo).
Oggi sappiamo che c’è un momento per protestare e uno per uscire, a seconda dei rapporti di forza. Non abbiamo più terre promesse verso cui incamminarci. Ma sappiamo che la fuga, la defezione sono armi legittime del nostro arsenale politico. In ogni nostra scelta si mescolano passioni e interessi, interessi travestiti da passioni, e passioni camuffate da interessi. L’esodo ben sopporta una lettura non messianica. L’esodo permette di capire qualcosa di più delle nostre società anomiche? Va da sé che, oggi, lo spostamento spaziale è soppiantato da una diversione sociale e culturale. L’esodo metaforico ma non meno incisivo, si compie nelle mentalità e nell’ethos: ci si affranca da ruoli, gerarchie, stili di vita. L’esodo, comunque, è l’origine del principio di speranza, anche se la liberazione non garantisce l’eterna libertà. Esodo come mito che, pur inteso secondo accezioni tra loro molto diverse, informa ogni esperienza radicale e rivoluzionaria in occidente. L’esodo, in fondo, è prima di tutto un viaggio e una ricerca. Così, la prima rivoluzione è interiore.
Viene il sospetto che sia solo un esercizio di bello stile come gli scritti del pro fesso re sanremese (di adozione).
Tiriamoci su il morale pensando alla felicità. Ecco da fisica pochistica anzi nientistica:
Opera di beatrice. Vediamo quali sono le 8 cose, tralascio per brevità le relative spiegazioni:
  1. Non si preoccupano di accumulare beni materiali
  2. Non si preoccupano di avere qualcosa in cambio
  3. Non si preoccupano di conformarsi alle aspettative degli altri
  4. Non si preoccupano dei pregiudizi della gente
  5. Non si preoccupano di ottenere l’approvazione degli altri
  6. Non si preoccupano di avere sempre ragione
  7. Non si preoccupano di lamentarsi
  8. Non si preoccupano di cercare vendette 
Visti i punti 6, 7 ed 8 (ma anche l'1 ed il 2) si può concludere che certi personaggi di nostra conoscenza, ad esempio il noto komandante, non sono persone felici.
Andiamo su malsvegliati dove troviamo un poderoso articolo mistico scientifico:
Prontamente copiato da un universo di gonzi vediamo cosa ci raccontano:
Crediamo erroneamente di non poter cambiare il passato. Ma ci sbagliamo. Scopri come puoi rivisitare il passato per cambiare il tuo futuro.
Tutti pensiamo che il passato sia qualcosa di granitico, immutabile. Crediamo che esista un solo passato, uguale per tutti, e che quel passato sia scolpito in maniera indelebile nel tessuto del tempo.
Niente di più sbagliato. Abbiamo una concezione del tempo che deriva dalla nostra limitata visione della realtà. Come ho già avuto modo di dire in questo blog, viviamo in un sogno che creiamo noi stessi, momento dopo momento, proiettando nel mondo fisico le nostre credenze inconsce, finendo poi per credere che siano verità assolute.
Continuano:
Bene, prima di tutto mettevi in testa che il tempo non esiste. Lo avete sicuramente già letto su questo blog, ma qui ribadisco il concetto dicendo che tutto ciò che crediamo sia il passato, in realtà esiste solo nella nostra mente.
Pensateci un attimo. Dov’è andato a finire il vostro ieri? E il vostro compleanno passato? Dove sono gli eventi accaduti nella vostra ultima vacanza al mare?
Sono nella vostra testa. Solamente nella vostra testa. Non esiste altro luogo nell’Universo dove questi avvenimenti ancora esistano o siano mai esistiti. Tutto ciò che esiste è il momento presente, il qui e ora.
So che non è facile entrare in quest’ordine di idee, avendo da sempre creduto nell’esistenza del tempo come un continuum lineare sul quale stiamo ‘viaggiando’ mano a mano che avanziamo nella nostra vita. Pensiamo quindi che il nostro passato esista, così come esiste la strada che ci lasciamo dietro quando viaggiamo in macchina. In quel caso sappiamo che la strada dietro di noi esiste perchè la possiamo vedere riflessa nello specchietto retrovisore. Ma pensateci, lo specchietto retrovisore della nostra realtà è rappresentato solo dalla mente. I nostri ricordi sono solo delle illusioni create dal nostro cervello, memorizzate e richiamate alla mente attraverso dei processi chimici.
Processi chimici nel nostro cervello. Il passato non è che questo.
La fisica quantistica ha dimostrato che il tempo non è una entità assoluta e lineare così come la pensiamo noi. Lo sapevate che una particella può in determinate condizioni esistere contemporaneamente in diversi punti dello spazio-tempo? Di fatto nel microcosmo il tempo non esiste, o almeno non esiste così come ce lo immaginiamo.
 Ecco tirata in ballo la fisica quantistica, ma come si farà a cambiare il passato?
La Rivisitazione del passato
Questo processo, che chiameremo “Rivisitazione”, va fatto in una posizione comoda, per esempio quando siete sdraiati la sera nel letto per dormire. Chiudete gli occhi e rilassatevi concentrandovi sul vostro respiro. Cercate di raggiungere uno stato di completo rilassamento rilasciando uno alla volta tutti i muscoli del vostro corpo, dalla testa fino ai piedi.
A quel punto ripensate ad un avvenimento della giornata appena trascorsa che non vi è piaciuto, e che volete cambiare. Rivivetelo, ma come avreste voluto che andasse, non come è andato davvero.
Se avete avuto una discussione con qualcuno, per esempio, immaginate che tutti e due pronunciate parole diverse, con toni più pacati, e che alla fine pervenite ad un accordo finale, magari stringendovi la mano o addirittura, se è il caso, abbracciandovi. Immaginate di ringraziare quella persona e di usare parole di ammirazione e congratulazioni nei suoi confronti.
Usate questo processo con molta attenzione. Essendo uno strumento molto potente, la Rivisitazione non deve e non può essere usata immaginando rivalse o vendette verso la persona o le persone con cui siete entrati in collisione. La Rivisitazione funziona solo se la usate per portare pace nella vostra vita e in quella degli altri. Ricordate, il mondo lo state creando voi, e se create discordia, non otterrete che altra discordia.
Usate la Rivisitazione per ‘aggiustare’ il vostro passato, e anche se può sembrarvi strano o assurdo, una volta che avrete rivissuto una versione piacevole di avvenimenti spiacevoli, avrete di fatto cambiato la vostra realtà (ricordate che la realtà è solo nella vostra mente). La conseguenza è che state letteralmente riprogrammando il vostro futuro, al fine di portare più pace, serenità ed abbondanza nella vostra vita.
Facilissimo vero, stranamente ieri ci ho provato ma stamattina mi sono svegliato senza vedere nessun cambiamento.
 Ecco la s.ra/ina brigliadori che ci dice che si può vivere col cuore fermo...cara signorina perché non ci dà una dimostrazione pratica? Si faccia fermare il cuore per un'oretta e poi riavviare, siamo certi che le sue capacità mentali rimarranno inalterate!
Ecco ghigo che ci parla di alberi ammalorati. Per concludere:
Un delirio di prank. Commenti?
Eh sì prof. Basaglia, avrebbe dovuto pensarci meglio!



4 commenti:

  1. Paolo el panza25 marzo 2015 12:20

    Ooooh, o'komandante sciacalla di nuovo... quasi mancava. XD

    RispondiElimina
  2. pssst... psssst.... Bombarda, ortodromia, non lossodromia....
    Beh, forse non importa, tanto gli idioti non sanno cosa sia né l'una né l'altra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la correzione...a mia giustificazione posso dire che non ho studiato da geometer...

      Elimina
  3. ma questi cialtroni fanno a gara per aggiudicarsi il premio cazzaro dell' anno ?

    RispondiElimina