privacy

sito

net parade

siti web

venerdì 22 maggio 2015

Caccia magra

Temporaleschi lettori (usiamo questo aggettivo dato che da queste parti sono arrivati i primi temporali dell'anno), la caccia alle bufale non è andata molto bene, non che manchino le simpatiche bovine, ma i bufalari stanno diventando sempre più noiosi, passandosi gli stessi "articoli" da un sito o blog all'altro. Pensiamo proprio che stavolta vi lasceremo riposare per un paio di giorni in attesa di nuovo materiale.
Che ne dite se cominciamo parlando di soldi? Siete d'accordo? Andiamo su giù la coda e vediamo l'ultima pensata del noto giornalista di richiesta:
Che ci dice di bello lo zanni?
Inquinamento bellico, industriale, mafioso: chi più ne ha più ne scarica, a danno del ciclo naturale. Così viene meno la salute degli ecosistemi e di tutti gli esseri viventi, umani inclusi. L'Italia, purtroppo, è uno dei Paesi più inquinati d'Europa.
La conoscenza è il sale della vita. E’ in fase di realizzazione avanzata una banca dati completa di documenti segreti, riservati, occultati, inediti, inaccessibili ai comuni mortali. Il database europeo sarà fruibile gratuitamente sulla rete Internet, 24 ore su 24.
Contiamo concretamente sulle persone di buona volontà, poiché l'impegno per il bene comune non può essere a carico solo di alcuni individui! Aiutaci a realizzarlo con il tuo libero sostegno economico. Sostieni SU LA TESTA!
Chi voglia offrire un aiuto adesso può fare una donazione sulla Postepay (Poste Italiane):
Traduzione in lingua italiana: ho chiesto per mesi soldi per finanziare le mie "inchieste giornalistiche", non è arrivato niente, ora provo con la "banca dati" in cui metterò documenti segreti che più segreti non si può, tutta roba che si trova su internet, ma l'importante è: mandatemi un po' di soldi!!
Di soldi ci parla anche un universo di gonzi:
Autore un tale justin (chi sarà mai) e fonte un sito di fuffari, ma vediamo quale straordinaria notizia ci dà:
Come abbiamo indicato nel nostro precedente articolo, “Banca Mondiale e società degli Stati Uniti sono pronti a collaborare con i BRICS“, i gesuiti hanno in programma di cancellare il debito a tutte le persone ‘a partire 8 dicembre di quest’anno, definito come l’Anno Santo della Misericordia, una grande trovata pubblicitaria che sicuramente attirerà le pecore ancora una volta tra le braccia della Chiesa del Vaticano controllata dai Gesuiti, in altri termini l’impero romano.
Sarebbe uno scenario molto pericoloso per coloro che hanno combattuto questa battaglia per la libertà universale dal momento che questa singola misura ha il potenziale per negare tutti gli sforzi precedenti per informare le persone circa la reale portata dei crimini di genocidio e finanziari dei gesuiti. La decisione di iniziare l’anno giubilare del debito allo stesso mese in cui la Banca BRICS comincerà ad accettare le domande di prestito non è casuale, ma un dirottamento deliberato dello sforzo dei BRICS per sradicare la povertà globale, di cui la moneta fiat dei gesuiti è stata la causa primordiale.
Dite che vi sembra un mare di idiozie? In effetti...Per capire quanto serio e ben documentato è l'articolo basta leggere queste righe verso la fine:
Così, quando Fulford dice che “la mafia Kazariana vuole donare fondi all’umanità, in cambio di amnistia”, quello che i gesuiti davvero dicono e a cui credono fortemente è che siamo ancora alla loro mercé, perché loro sono gli dei cui si riferiscono in ogni dichiarazioni che hanno fatto. 
Ecco, chi prende sul serio benjamin fufford non crediamo sia da annoverare tra le persone credibili.
Andiamo su fuffa real time dove troviamo una raccolta di scemenze, pardon, un articolo intitolato:
Vediamo quali sconvolgenti verità ci rivela, a proposito è copiato dal blog del komandante sanremese (di adozione).
Chi si imbatte nell’operazione “biogeoingegneria clandestina ed illegale”, dopo aver considerato le varie sfaccettature del problema, si accorge che la risposta alla domanda cruciale che verte sullo scopo ultimo delle irrorazioni chimico-biologiche tende a rimanere senza risposta. Invero, gli obiettivi delle attività sono assimilabili alla sfera terrestre formata da vari strati e da un nucleo centrale. Così, per mantenere l’allegoria, l’obiettivo riconducibile alle modificazioni meteorologiche e climatiche è la litosfera; il controllo demografico è l’astenosfera; l’alterazione genetica è il mantello superiore e via discorrendo. Il nucleo dunque a quale finalità potrebbe corrispondere? 
Gordon Duff, in un articolo del settembre 2012, scrive: “Il monitoraggio U.F.O. si è spostato da quello convenzionale alla nanotecnologia, consensori microscopici usati per rilevare eventi come spaccature dimensionali e distorsioni temporali, cose discusse solo in serie televisive, come ‘Fringe’ ed ‘X Files’ (tutte della Fox, stranamente)”.
Ah beh, se c'è di mezzo la nostra vecchia conoscenza gordon duff possiamo star tranquilli: fuffa sicura! Solo un altro pezzetto:
Eppure da decenni scienziati e tecnici compiono esperimenti ai confini dell’immaginabile e da cui sono scaturiti ritrovati divenuti appannaggio delle forze armate. Così gli studi e le esperienze sulla velocità superluminale, i sistemi antigravitazionali, la scomposizione e ricomposizione molecolare, persino applicazioni circa il controllo delle linee spazio-temporali sono sfociati in tecnologie belliche impiegate in contesti che l’uomo della strada neanche concepisce. La meta finale e fatale è il sovvertimento della natura umana ed il dominio delle leggi universali per opera di una una stirpe degenerata, dopo che tali leggi saranno state deviate e stravolte. E’ un’utopia e, come tutte le utopie, non solo irrealizzabile ma soprattutto perversa.  
Da secoli si sta studiando il modo per sconfiggere l'idiozia, ma purtroppo per ora non si vedono risultati, anzi.
 Veniamo a ghigo battaglia, personaggio che abbiamo incontrato spesso nei commenti sul blog del pro fesso re sanremese (di adozione), diamo un'occhiata al suo blog free idiozies troviamo un interessante post:
Cosa ci racconta di bello?
Quella fascia dell’atmosfera che è al di fuori dell’azione diretta dei nostri sensi è appannaggio sicuro delle agenzie spaziali internazionali e delle aeronautiche militari (che simpaticamente coincidono). Laddove solo la vista ci è di sostegno nel tentare di comprendere le dinamiche mirabolanti dell’elemento aria, intervengono le scienze con i loro dogmi, i loro sacerdoti e le loro scomuniche.
Ciò accade da tempo immemore. Già la Chiesa Romana distendeva un serratissimo controllo sulle ipotesi di funzionamento dei moti celesti, che portò addirittura al celebre processo contro Galilei ed alla necessità dell’abiura.
A pochi decenni di distanza da quegli eventi, assai poco è cambiato. Ai dogmi religiosi sono stato sostituiti quelli scientistici, alla fede astratta del dio unico, quella deleteria del pensiero unico. All’inquisizione del Sant’Uffizio (con i Gesuiti ed i Francescani in testa), quella delle Accademie, dai controllori della retta fede, ai moderni sgherri della sedicente scienza ufficiale: esattamente ciò che la Scienza non dovrebbe diventare mai, uno strumento cristallizzato di controllo del pensiero, un sistema fisso e dogmatico di ipotesi posticce, tenute assieme dai privilegi e dall’ignavia.
La ricerca ‘scientifica’ si ammanta di oscure finalità. Fondi miliardari scivolano in dirupi incontrollati verso obiettivi risibili e discutibili.
A parte che gli inquisitori appartenevano all'ordine dei domenicani...Secondo il nostro ghigo la scienza è tutto un imbroglio con oscure finalità (certo se provasse a studiare un poco...).
Ma vediamo la conclusione:
A questo proposito mi piace molto la ricerca libera di Eric Dubay e dei soci della FES (Flat Earth Society). Essi si impegnano a non osservare i dogmi ed a ricostruire una ‘scienza’ propria, fondata sulle proprie osservazioni e convinzioni, senza padri né padroni, con una 'credibilità' pienamente equivalente alle accademie di Stato e dei centri di ricerca paramilitari. Invito quindi i lettori a visitare i loro siti.
Oh ecco dei veri ricercatori, sostengono una "scienza" che dice che la Terra è piatta, se volete farvi qualche risata andate sui siti indicati.
Veniamo a wlady che ci presenta un'opera fondamentale per il pensiero occidentale:
Il nostro eroe dà i numeri, anzi ci parla di un numero: il sette.
La nostra vita quotidiana è regolata dalla settimana fatta di sette giorni, un numero dispari che non concorda né con il nostro sistema decimale (= in base dieci, come il numero delle dita in due mani), né con il sistema sessagesimale sumero (= in base sessanta) che usiamo tuttora in geometria, astronomia e nella misurazione del tempo.
Questa scelta insolita è spiegata dal racconto biblico della Creazione, che ha coperto un arco di tempo di sette giorni (compreso quello finale di riposo e di revisione). Questo sette biblico è a sua volta spiegato dalle sette tavolette dell'Enuma Elish, l'epica mesopotamica della Creazione.
Ma perché il testo è inciso in sette tavolette? Il numero sette (compreso il diciassette e il settanta) compare in quasi tutti i più importanti eventi, comandamenti e profezie della Bibbia, per un totale di circa seicento volte.
E' anche il numero chiave nel Nuovo Testamento, compreso il profetico libro dell'Apocalisse, come pure i libri pseudepigrafici (come le sette classi di angeli nel libro di Enoch).
Lo stesso discorsi vale per la tradizione egizia, a partire dalle questioni degli dèi: la prima dinastia divina era costituita da sette dèi (da Ptah a Horus), e in tutto ci furono 49 )= 7x7) sovrani divini e semi-divini fino a quando ebbe inizio il regno dei faraoni. Le origini in Mesoamerica sono attribuite a sette tribù, e così via.
In realtà il stette cominciò a essere considerato un numero potente dagli Anunnaki che giunsero sulla Terra da Nibiru. Nippur, il centro di controllo della missione, era la settima città sulla terra.
Ti pareva che non tirava fuori gli anunnaki...ma loro dove l'hanno pescato il sette?
Si ipotizza che l'origine di tutto ciò sia la posizione della terra come settimo pianeta dal punto di vista degli Anunnaki. Secondo la mappa <<Enlil passò accanto a sette pianeti>> per raggiungere la Terra, cominciando a contare da Plutone (oggi declassificato a poco più di un asteroide e/o satellite), proseguendo con Nettuno e Urano come secondo e terzo, Saturno e Giove come quarto e quinto e la Terra come settimo.
Astronomia anunnakiana...
Parata finale.
Un trio di geni sciochimisti, ma soprattutto sciocchi. Ed ecco prank che aspetta con ansia di leggere il "libro" del komandante.
 Per finire questo fumetto, ignobilmente copiato dai lavori di Lorenza De Sepio, un suggerimento a tanti personaggi che incontrate su queste pagine.



Il nucleo
 

3 commenti:

  1. Troppo divertente la faccenda dello Zanni... Giornalista di richiesta, sempre, comunque e ovunque!

    RispondiElimina
  2. Paolo del panza22 maggio 2015 19:12

    Beh, che l'Inquisizione fosse in mano ai Domenicani non è del tutto esatto. Molti inquisitori erano domenicani ma parecchi erano "chierici secolari": i Grandi Inquisitori di Spagna nominati da Filippo II (certo ne ha fatte diverse, ma non era il mostro che spesso viene descritto) erano tutti vescovi diocesani e non mancano (anzi, sono più dei domenicani) inquisitori francescani, spesso forse più intransigenti o peggio di quelli domenicani. Inquisitori gesuiti (dato che la Compagnia è nata solo nel Cinquecento) forse ce ne sono stati, ma sono stati piuttosto pochi.
    Tanto per precisione storica.

    Il giornalista di richiesta... lasciatemi ridere... non ne posso più... ROTFL. Varrebbe la pena di mandargli una mail con la foto di una ciambella di salvataggio: par di vedere uno che affoga. Nelle sue baggianate...

    Su quella del numero 7... c'era una cosa che mi sfuggiva, poi mi sono ricordato che il vettore Sojuz fa parte di una famiglia di vettori chiamata Semjorka (che in russo è il numero "sette" perchè il primo modello è noto come R-7). Visto che il tizio ha mescolato il 7 con lo spazio, poteva ricordarsi che il primo satellite artificiale fu lanciato con un razzo "modello 7"... Ah, sì, quelli l'astronautica vera non sanno nemmeno cosa sia. XD


    (il famigerato Torquemada, perfino un Papa, Pio V, il più curioso, Bernard Gui, che in 40 anni di attività emise solo una novantina di condanne a morte) ma fra i più feroci erano francescani: gli ultimi grandi inquisitori di Spagna appar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo el panza22 maggio 2015 20:22

      Metto un "corrige" per sopra: volevo mandare un piè di pagina sugli inquisitori relativamente all'ordine di appartenenza: Papa Pio V era stato inquisitore ed era domenicano, Torquemada (gli storici riferiscono abbia fatto 20.000 morti) primo "grande inquisitore di Spagna" era domenicano, Bernard Gui (ne aveva parlato Umberto Eco ma "cannando" completamente il vero operato) era un altro domenicano inquisitore, era francese e in 40 anni di attività inquisitoria ha emesso appena una novantina di condanne a morte, perchè operava in un contesto piuttosto "normale". Per paragone: dal 1926 al 1940 (poi il quadro cambia per la guerra) il regime fascista fece eseguire 92 condanne a morte fra politiche e comuni.

      Mi ero scordato che in questi commenti non si lavora come in LibreOffice...

      Elimina