privacy

sito

net parade

siti web

domenica 19 luglio 2015

Fa veramente caldo

Incombustibili lettori è vero, fa caldo, sarà colpa dei riscaldatori ionosferici, sarà colpa delle microonde emesse dai satelliti (ma stranamente nessun complottaro si è procurato un ricevitore, o meglio un misuratore di campo, in grado di rivelare queste microonde, e sì che per produrre un caldo del genere debbono essere gigabite, anzi terabite di watt...). La cosa più intelligente da fare è starsene in mutande con un ventilatore che va a tutto spiano, Kaiser e Piratina non potendo togliersi la pelliccia si limitano a perdere pelo e a starsene distesi sul pavimento per trovare un po' di frescura.
Date queste premesse non possiamo fare altro che rifilarvi questo nuovo post sperando che vi rinfreschi un poco.
Cominciamo con il noto pro fesso re sanremese (di adozione) che sul suo blog ci propone un enigmatico "articolo":
Superando il 90 non possiamo nemmeno giocarcelo al lotto.
Vediamo qualche pezzetto:
Prendiamo un solo esempio: il lavoro. Quanti oggi, sia tra quelli divorati dalla disoccupazione sia tra coloro che hanno, bene o male, un impiego, lo considerano per quel che è, ossia un feroce sfruttamento? Alienazione, retribuzioni misere, umiliazione, fatica sono le regole che strozzano i lavoratori: rispetto alle condizioni del XIX secolo, in molti ambiti ed in parecchi paesi, le condizioni non sono cambiate. Schiavi ieri, schiavi oggi. Semmai la situazione è peggiorata, perché manca quasi sempre negli iloti odierni la coscienza di essere oppressi e svenati. La propaganda ha conseguito i suoi obiettivi. Parecchi servi della gleba non solo accettano una vita di sacrifici, ma per giunta fanno proprie le pseudo-cause e le pseudo-risoluzioni dell’attuale crisi economica: la stagnazione sarebbe dovuta all’età pensionabile che non sopraggiunge agli anni di Matusalemme, mentre l’uscita dalle difficoltà sarebbe promossa da una serie di magiche “riforme”.
Eh sì, il lavoro è una delle bestie nere del pro fesso re, lui pensa di meritare di essere mantenuto dagli altri (che naturalmente dovranno lavorare...) per l'alto contributo che dà all'umanità...
Il senso della sbrodolata lo possiamo capire da quest'altro brano:
Quei pochi che giustamente condannano il sistema imperialista (scorza orribile di un frutto velenoso su cui qui non indugiamo) sono tacciati di essere dei vetero-comunisti. Bisogna, invece, denunciare la politica spregiudicata e vergognosa di spregevoli multinazionali come Monsanto ed Amazon (solo per citare due tra le innumerevoli società del profitto) che spolpano sia gli uomini sia il pianeta. Anche se boicottare queste corporations serve a poco, anche se screditare la loro reputazione non è azione decisiva, non smetteremo mai di dichiarare apertis verbis la loro piena collusione con un sistema laido impantanato nell’ipocrisia e nel totalitarismo. Ci impegneremo anima e corpo in questa pubblicità distruttiva. Viviamo nella società dell'immagine ed i cartelli del crimine economico-finanziario saranno colpiti proprio nella loro immagine già screditata, fino a che non sprofonderanno nell’abisso più nero del disonore e dell’ignominia.
Ecco, lo scopo è attaccare Amazon, colpevole di aver permesso liberi commenti sul "libro" scritto dal pro fesso re e dal fratello acconguagliato!!!!
Naturalmente arrivano i fedeli seguaci a commentare:
 Bello in particolare il commento di wlady (poveretto).
Passiamo all'alta politica internazionale (????) su 2 righe appare un articolo di dario berardi:
Il Texas riporta a casa l’oro depositato a Manhattan
Si tratta di una "notizia"  che circola da un po', sembra che la prima fonte sia benjamin fufford...
Prendendo spunto da quanto fatto da altri stati in Europa anche lo Stato del Texas sta riportando a casa tutto l’oro depositato a Manhattan. I lingotti si trovano presso la filiale di New York della banca HSBC e adesso l’università di Austin ha deciso di riportarli a casa. Per farlo quest’ultima si appoggia sull’azione de governo texano che per mano del governatore Abbott ha stabilito il rimpatrio, preparando in luogo un deposito sicuro per l’oro e in seguito per altri metalli preziosi appartenenti a istituzioni fisiche e giuridiche.
Non si capisce cosa c'entri l'università di Austin con l'oro depositato a Manhattan (ma perché proprio a Manhattan?)
Il partito repubblicano texano dal canto suo ha richiesto l’uscita dall’ ONU degli USA e la fine della Federal Riserve( la banca centrale americana) soffiando sul fuoco e ha ricordato che non verranno accettati ulteriori ordini dalla Casa Bianca, in primis per quanto riguarda il matrimonio delle coppie omosessuali recentemente deliberato dalla Corte Suprema. 
Ma c'è un autorevole personaggio che fornisce una conferma a tutto questo:
nel frattempo anche Chuck Norris ha avvertito a più riprese Washington di fermare “ogni sua mira imperialista” e che “ i texani vigileranno attenti che la loro libertà non sia tolta”. Molto probabilmente nel suo stile, fucile alla mano. 
Ragazzi, se lo dice chuck norris non può che essere la verità assoluta...
L'articolo è stato prontamente copiato su un universo di gonzi che non si lascia mai sfuggire una str...ata.
Passiamo su l'universo vibra per l'idiozia dove troviamo nastydusty che ci rivela
La sconvolgente verità celata dai false flags in corso
Voglio cominciare questo articolo facendo una forte premessa: nessun capo di stato eletto in una nazione facente parte dell’Unione Europea, attuerà misure contro gli interessi dell’Unione Europea stessa.
I vari Tsipras e Renzi così come i comici Grillo e Salvini, non sono altro che pedine messe in opera per controllare il dissenso. Non fatevi illusioni ma, soprattutto, non siate ingenui; non fatevi raggirare da questi maestri dell’inganno. Quelli che più mi sorprendono sono i media alternativi che fanno a gara a chi prima lodi le capacità del nuovo falso profeta solo per portare acqua putrida al proprio mulino.
Chi arriva a guidare il governo di una nazione, è nato ed è stato allevato per essere in quel preciso momento al comando. I pochi politici genuini che prendono consenso popolare, successivamente, o vengono comprati, o minacciati, o assassinati, e se nessuna di queste tre opzioni dovesse funzionare, vengono esclusi attraverso elezioni truccate, tipo le ultime europee del PD ad oltre il 40% e dell’escluso Nigel Farange.
Dopo aver raccontato i suoi deliri sulla crisi greca il nostro nastydusty parte per la tangente e rivela il supermegaipercomplotto.
E cosa sta succedendo negli USA di così tanto importante?
Prima di rivelare quello che secondo il mio modestissimo parere sta accadendo negli Stati Uniti, vorrei affrontare, a grandi linee, l’argomento “catastrofe naturale”. Per farla breve non ci sarà nessun meteorite, nessuna tempesta solare e, soprattutto, nessun pianeta Nibiru in arrivo. Quello che compare nelle foto e nelle immagini dei vari telescopi spaziali come Hubble e Soho, venendo identificato nel pianeta Nibiru delle tavolette Sumere, è “soltanto” una mega navicella spaziale, molto probabilmente draconiana, contenente un intero popolo alieno in attesa della presa in consegna della Terra.
Ma questo non succederà mai, primo perché il nostro sistema solare è in quarantena e la mega navicella si trova al di là del limite, completamente scollegata dalle forze presenti al di qua della zona di quarantena; secondo, perché almeno 40 diversi gruppi extraterrestri umanoidi hanno armeggiato con il nostro DNA, per molte migliaia di anni, causando in noi, lo sviluppo di una gamma di emozioni molto più ampia rispetto alla maggior parte delle altre specie umane presenti nel cosmo. Ciò, è la nostra grande debolezza, ma anche la nostra forza più potente se si impara a sfruttarla per il positivo. L’essere umano terrestre è pieno di difetti ma una cosa è certa: non accetterà mai di passare la propria esistenza in schiavitù.
Naturalmente c'è di mezzo l'esercitazione "jade helm"
Non dobbiamo assolutamente dimenticare che gli Stati in cui è attiva l’esercitazione JH15, sono proprio quegli stati dove è più presente l’attività aliena in America: Texas [Houston, NASA], New Mexico [Dulce], Arizona [Los Alamos], California, Nevada [Area 51], Utah e Colorado [Denver: la capitale della zona aliena], formano una rete di basi militari sotterranee collegate da un vasto sistema di gallerie per treni magnetici iperveloci e mega autostrade.
L'articolo è lungo, se ve la sentite di leggerlo tutto, magari per prendere sonno in queste notti bollenti, potete andare al link, vi riportiamo la conclusione:
Ovunque, sui media alternativi, non si fa che leggere di come l’elite stia perdendo il proprio potere, di come sia messa con le spalle al muro e di come scappi verso lidi più tranquilli come la Nuova Zelanda, esistenti dall’altra parte del pianeta rispetto agli USA.
Se si sta facendo piazza pulita del marciume globalista, o cercando di respingere un invasione non del tutto aliena, o tutte e due le opzioni insieme, solo il tempo ce lo dirà. In ogni caso, qualunque cosa succeda, dobbiamo rimanere uniti. Dobbiamo, se del caso, combattere, ma soprattutto aiutarci, l’uno con l’altro. Mostrare empatia e compassione verso il prossimo perché l’umanità è una cosa sola.
Dimostriamo alla cosiddetta elite che l’umanità non è solo una massa di utili consumatori che diventano delle bestie se non vengono governati. Noi non siamo quelli che ci mostrano nei loro film e serie tv che in caso di catastrofe invece di organizzarsi cominciano ad uccidersi mentre aspettano il messia, o gli dei, che arrivino a governarli.
Non fatevi ingannare; se dovesse arrivare il liberatore / salvatore sotto forma aliena, sappiate che è un falso e che non ne abbiamo bisogno. L’aiuto è ben accetto, ma si fa a modo nostro.
È arrivato il momento per l’umanità di dimostrare quanto vale e se merita di continuare ad esistere per quello che vuole essere: LIBERA.
 Trasferiamoci nello spazio, c'è mistero fuffo che ci rivela qualcosa che non avremmo mai sospettato a proposito delle imprese spaziali:
Un tombino radioattivo statunitense avrebbe abbattuto lo Sputnik nello spazio
Come dite? Lo sputnik non è mai stato abbattuto? Infatti l'autore ha un po' sbagliato il titolo, la parola avrebbe dovuto essere "battuto", ma sentiamo cosa ci racconta:
L'URSS ha lanciato il suo primo satellite nel mese di ottobre 1957,fin qui siamo tutti d'accordo. Quello che pare davvero divertente è che un oggetto fabbricato prima di quella data dagli Stati Uniti si e' aggiudicato l'onore per essere il primo artefatto umano ad aver raggiunto l'orbita terrestre ancora prima del lancio dello Sputnik.
Stiamo parlando di un tombino di notevoli dimensioni che e' stato divelto da un'esplosione nucleare degli Stati Uniti diventando il primo satellite artificiale ad aver orbitato attorno alla Terra nel mese di agosto 1957.
A riferirlo è l'edizione britannica Daily Mail riferendosi all'astrofisico americano Robert Brownlee, dalla veneranda età di 91 anni. Secondo Brownlee, la placca d'acciaio che copriva un pozzo di 152 metri di profondità che era stato scavato nel deserto del Nevada per arginare gli effetti nucleari del primo test sotterraneo condotto dagli Stati Uniti.
L'esplosione avrebbe proiettato la piastra negli strati superiori dell'atmosfera.Secondo il ricercatore, la velocità del tombimo era di 60 chilometri al secondo, molto superiore alla prima velocità cosmica diventando così il primo satellite artificiale della Terra che sarebbe bruciato nell'atmosfera, secondo quanto riferito da M.Brownlee incaricato dal laboratorio di Los Alamos di trovare un modo per effettuare test nucleari sotterranei, al fine di prevenire la diffusione di polvere radioattiva nell'atmosfera.
Insomma si tratterebbe della versione atomica del cannone di Giulio Verne...solo un paio di dubbi: intanto ci sembra moooolto difficile che un'esplosione possa imprimere ad un tombino una velocità di 60 km/sec, in secondo luogo se il tombino avesse veramente raggiunto quella velocità non sarebbe diventato un satellite della Terra ma, avendo superato largamente la velocità di fuga, sarebbe ancora in viaggio da qualche parte diretto fuori dal sistema solare. Va bene, forse i 91 anni hanno un po' appannato la memoria di brownlee, forse il fatto che la notizia sia apparsa sul daily mail dovrebbe far riflettere.
Rimaniamo su mistero fuffo per ritrovare una nostra vecchia conoscenza:
Bob Lazar ha detto la verità sull’antigravita’?
Per fortuna c'è il punto di domanda, la possibilità che bob lazar abbia mai detto la verità su qualcosa è piuttosto remota.
Bob Lazar, un ex fisico che ha lavorato presso la base aerea super-segreta nota come S-4, che si trova in prossimità dell'Area 51(stranamente all'area 51 nessuno si ricorda di averlo mai visto, come pure nell'università dove dice di essersi laureato...), fornisce una descrizione molto dettagliata dell'interno e l'esterno di un disco volante solitamente chiamato Ufo, un termine molto abusato in questi ultimi tempi grazie alle potenzialità offerte dalla rete.
Bob ha condotto un lavoro eccellente nel descrivere il sistema di propulsione utilizzato dai dischi volanti il cui interno è suddiviso in tre livelli:
(A) Basso
(B) Centrale
(C) Alto
Il livello basso è costituito da tre amplificatori gravitazionali e meccanismi di messa a fuoco. Questi dispositivi sono posizionabili in modo indipendente.
Ciascuno può essere spostato da una configurazione verticale con un angolo ("Omicron"), a una configurazione verso l'alto tramite un giunto strutturato a 180 gradi. Queste configurazioni determinano la modalità di viaggio del disco volante (vedi sistema di propulsione.)
Gli amplificatori gravitazionali sono collegati a tre testate di amplificatori situati al livello centrale in cui trovano posto una console di comando, tre piccoli posti apparentemente progettati per esseri di bassa statura e una colonna centrale (guida d'onda) alimentata dal reattore.
Dite che vi sembra roba da romanzo di fantascienza di serie B? Sbagliate, è roba da romanzo di fantascienza di serie C zona retrocessione.
Ma si sa, bob lazar ha studiato gli ufo...
Egli afferma che un programma di 'scambio di conoscenze tecnologiche' con gli ET si è verificato nel 1970, che ha portato all'acquisizione di nove UFO in modo che le loro tecnologie venissero studiate da alcuni ricercatori sulla Terra.
Che ci fossero davvero dei dischi volanti all'interno dell'Area 51 sembra essere corroborato dalla visita di David Adair nel 1971.
Beh, chiudiamo qui e veniamo ad una corposa parata finale.
come farsi uno stargate in casa con 4 calamite...
La federazione galattica...l'italiano è molto approssimativo, ma del resto si tratta di galattici...

 Ecco gli esperti in rapporti della NASA con gli extraterrestri, tutta gente che ha studiato all'università di youtube!
E per concludere le "scie chimiche" o comiche su Machu Picchu, notare che le rovine si trovano a 2430 m di altezza, quindi le "scie chimiche" non possono esistere, sappiamo tutti che sono a 1561, ripeto, 1561 metri!!!!



8 commenti:

  1. Bella e vera la storia dell'intestino che ci dice che qualcosa d'importante sta per accadere. In effetti, quando diventa "loquace", è bene dargli ascolto, non fosse altro che per salvare le mutande...

    RispondiElimina
  2. La storia del tombino scagliato in aria dall'esplosione nucleare l'avevo già letta da qualche parte... probabilmente un episodio reale, trasformato nella consueta fuffa dal Daily Mail :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco dove:

      https://what-if.xkcd.com/35/

      che a sua volta linka:

      http://nfttu.blogspot.de/2006/01/nuclear-potato-cannon-part-2.html?m=1

      Elimina
  3. Non l'avevo letta qella storiella su xkcd, bellissima :D

    Con un po' di fortuna un oggetto puo' sopravvivere all'esplosione, ma a quella velocita' verrebbe eroso dall'attrito con l'aria piuttosto rapidamente

    RispondiElimina
  4. Non si capisce cosa c'entri l'università di Austin con l'oro depositato a Manhattan (ma perché proprio a Manhattan?)

    Premesso che ho un fratello che lavora e abita nel Texas e mi assicura di non aver mai sentito una puttanata simile a quella de "ritorno dell'oro nel Texas" credo che qualcuno debba aver visto troppe volte "Die Hard - Duri a morire", il terzo capitolo della saga con Bruce Willis, dove si vedono dei fantomatici depositi d'oro di tutte le nazioni del mondo in un caveau della Federal Reserve sotto Manatthan ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buzz a quanto mi risulta quei depositi (magari di non proprio tutte le nazioni del mondo, ma di parecchie sì) sono reali e non fantomatici. Almeno lo erano sino a qualche anno fa.

      Elimina
    2. Purtroppo mii sono spiegato male e di ciò chiedo scusa. Il "fantomatico" non era riferito agli eventuali depositi, che sospettavo essere presenti, ma era riferito al fatto che quelli di 2righe, gli estensori dell'articolo riportato dal buon Bombarda, pensino che ne esista uno come quello che si vede nel film. Inoltre (sempre "mea culpa") dato che per quanto riguarda la politica economica se non erro i vari stati della federazione non possono discutere di finanza ma devono adeguarsi alle scelte del governo centrale, non credo che il Texas abbia un deposito tutto suo e separato da quello degli altri stati della federazione.

      Elimina