privacy

sito

net parade

siti web

sabato 1 agosto 2015

Agosto

Indignati lettori (non siete indignati? Meglio così), oggi stavamo pensando seriamente di lasciarvi tranquilli, ma poi ci siamo chiesti "perché dovremmo essere buoni?", così abbiamo deciso di propinarvi questo post, ma consolatevi, ad agosto vi lasceremo riposare un po' (forse).
Prima di partire per la battuta di caccia di oggi un annuncio che vi riempirà di dolore: il blog della principessa guerriera è nuovamente interdetto ai comuni mortali, ricordate che proprio ieri avevamo annunciato il ritorno, non sarà per i commenti che abbiamo fatto ai suoi post...o forse sì.
Cominciamo con un complotto complottoso di cui, almeno sinora, non avevamo sentito parlare. Ce lo presenta infognare per sussistere:
Nel saggio dell’ex agente segreto inglese John Coleman l’incredibile strategia di un oscuro e potentissimo Nuovo Ordine Mondiale per deindustrializzare e impoverire il nostro Paese – La morte di Aldo Moro voluta e pianificata per destabilizzare il Medio Oriente – Il ruolo della nobiltà nera di Venezia e Genova nella finanza del pianeta.
Chi sarà questo "ex agente segreto inglese"? Andiamo un po' a vedere john coleman, troviamo la biografia di un venditore di fuffa, sul suo sito world intelligence review troviamo una lunga lista di "libri" su tutti i complotti possibili, insomma una fonte che più attendibile di così...
Vediamo la presentazione del personaggio fatta nell'articolo (chiamiamolo così anche se ci sarebbero termini migliori):
Ma prima di entrare nel merito della questione, ampiamente e dettagliatamente spiegata nel libro, vediamo di conoscere un po’ meglio l’autore. John Coleman, Ph.D. (cioè titolare di quello che in Italia chiamiamo un dottorato di ricerca), classe 1935, è un ex agente del servizio di spionaggio britannico M16, successivamente trasferitosi negli Stati Uniti. Qui, dopo aver acquisito la residenza, ha scelto di diventare cittadino americano. Studioso di fama mondiale, considerato uno scienziato della politica ed un economista, autore di decine di libri pubblicati in otto diverse lingue, Coleman è arrivato alla conclusione che la finanza e la politica dell’intero globo siano realmente nelle mani di un Comitato di 300 notabili che decidono le sorti del pianeta. Non si tratta di una scoperta del tutto nuova. Già nel 1909 era uscito un articolo in tedesco (“Geschàftlicher Nachwucs” di Walter Rathenau), nel quale veniva spiegato per la prima volta che ciò che accadeva nel mondo era opera di un gruppo ristretto di individui che agiva secondo una precisa e meditata strategia. La Rivoluzione Russa, la Prima Guerra Mondiale, l’ascesa di Hitler e la Seconda Guerra Mondiale, non sarebbero affatto casuali. Tutto sarebbe stato ordito e organizzato da potenti finanzieri che agivano secondo uno schema preordinato.
Toh, ci sembra di averla già sentita questa roba, è più o meno quello che ci ripetono in continuazione certi personaggi, di nuovo c'è solo il comitato dei 300.
Solo un altro pezzo che riguarda l'Italia:
Ebbene, ad un certo punto il Comitato dei 300 avrebbe deciso di mettere in pratica la propria politica di contenimento industriale per ridurre la “surplus population” (cioè la “popolazione in eccesso”) in Italia, Argentina e Pakistan. “Attualmente l’Italia è di fatto sotto il controllo di segreti governanti designati dalla loggia P2 della Massoneria – scrive Coleman – . Le corporazioni dirigono l’Italia. I partiti dell’opposizione italiana definiscono lo status quo corporativismo fascista”.
La cosa più singolare riguarda il metodo adottato dai 300. Coleman sostiene che la loro politica sia quella di sostenere in tutto il globo una diffusione della sinistra politica, sull’esempio dei Socialisti Fabiani. Stiamo parlando di un movimento politico e sociale istituito nel 1884 a Londra col nome di Fabian Society. Si ispirava a Quinto Fabio Massimo, detto “il temporeggiatore”, che contro Annibale aveva usato una strategia attendista di lento logoramento. Il fabianesimo credeva, appunto, ad una graduale evoluzione della società attraverso riforme che portino passo dopo passo verso il socialismo. Il marxismo, invece, crede in un cambiamento repentino e rivoluzionario.
Una volta imposto il modello socialista, i 300 lo controllerebbero dall’alto, impedendo che vi siano contestazioni o rivolte. Dunque, una sinistra che verrebbe controllata da una dittatura occulta e potentissima a livello planetario. Ovviamente, nessuno dei sudditi dei regimi socialisti potrebbe mai immaginare che quei governi siano stati voluti da una ristrettissima cerchia di super miliardari che, di fatto, avrebbero costituito un Nuovo Ordine Mondiale. Per quanto ci riguarda, la notizia più clamorosa che ci dà Coleman la si legge a pagina 47, dove viene raccontata la tragedia di Aldo Moro. Secondo quanto riporta il libro, l’attentato di via Fani, il rapimento e l’uccisione dello statista furono progettati e portati a termine dal Comitato dei 300. Altro che Brigate Rosse. I terroristi ci misero la faccia e l’organizzazione, ma l’operazione sarebbe stata manovrata interamente dai 300. Moro, infatti, si opponeva alla “crescita zero” e alla riduzione della popolazione italiana che sarebbe stata commissionata dai 300 al Club di Roma. “Il 10 novembre 1982, in un tribunale di Roma, un buon amico di Moro (si trattava di Corrado Guerzoni n.d.r.) testimoniò che l’ex primo ministro venne minacciato da un agente del Royal Institute for International Affairs (RIIA) che era anche un membro del Comitato dei 300 e Segretario di Stato. Il testimone disse che quell’uomo era Henry Kissinger – scrive Coleman – L’ex primo ministro Moro venne rapito dalle Brigate Rosse nel 1978 e successivamente brutalmente ucciso a colpi di pistola. Fu al processo dei membri delle Brigate Rosse che diversi di loro testimoniarono di essere a conoscenza del coinvolgimento ad alto livello degli Stati Uniti nel complotto per uccidere Moro. E uno di essi coinvolse Henry Kissinger in questo complotto omicida.
Il tutto continua a lungo, solo questo breve periodo nella conclusione:
 A quanto pare, dopo aver scritto e pubblicato questo libro (l’ultima ristampa risale al 2010), il dottor Coleman ha preso alcune precauzioni per la sicurezza della sua persona. Tuttavia, a prescindere dai pur comprensibili timori di un uomo di 78 anni, nessuno può affermare con assoluta certezza che quanto scrive Coleman corrisponda alla pura e semplice verità dei fatti.
Insomma potrebbe essere, anzi quasi certamente è, una serie di frottole complottiste messe insieme per raccogliere un po' di quattrini. Tutta la scemenza è stata prontamente copiata su fuffa real time.
Veniamo a wlady che ci parla di:
Ma in fondo ... a chi importa veramente?
Articolo, copiato da global research, precisamente da qui.
Nove lauree ad honorem e numerosi riconoscimenti, tra cui il Nobel alternativo (Right Livelihood Award) che viene assegnato ogni anno a Stoccolma qualche giorno prima del Nobel, morta nel 2012, Rosalie Bertell, si è battuta per far ottenere cure mediche alle vittime di Bhopal e a quelle di Chernobyl, promuovendo in entrambi i casi una Commissione medica internazionale.
Vediamo cosa avrebbe detto rosalie bertell, o, più probabilmente, quello che i fuffari vorrebbero avesse detto:
L’esercito, dice Rosalie, è almeno 50 anni avanti, e non usa mai le armi dell’ultima guerra in una nuova. E questa nuova guerra segreta è già iniziata senza essere stata dichiarata e riconosciuta. La gente in tutto il mondo ci sta già convivendo e morendo…
Può essere vista in un cambiamento climatico che ha poco a che fare con il gas serra CO2; nella nuova presunta geo-ingegneria “civile”, dietro alla quale stanno l’esercito e il capitale aziendale; nelle guerre climatiche; nelle “scie chimiche”; nelle armi al plasma; nell’enorme crescita in numero e dimensione di catastrofi apparentemente naturali, e nello scioglimento dell’Artide che sta accadendo dagli anni ’70 sotto l’uso di onde a bassissima frequenza ELF-EM; deve essere vista nei buchi dell’Ozono in quanto prodotti di più di 2000 test nucleari che furono lanciati contro questo Pianeta, di missili e voli supersonici che hanno lasciato “buchi” nel cielo, e del “riscaldamento ionosferico” – tutto ciò ha causato buchi che lasciano entrare i raggi cosmici, i quali sono dannosi per la vita, sulla terra; deve essere vista nei cattivissimi raccolti e nella morte delle piante, come nella desertificazione di sempre più regioni; deve essere vista nell’indebolimento delle fasce di Van Allen, i campi magnetici intorno alla terra…! Già nel 1977 -35 anni fa- l’ ONU nella sua Convention sulle tecniche di modificazioni ambientali, tentò di proibire le tecnologie che potrebbero essere responsabili di questi danni e ripete il suo avvertimento relativo alla geo-ingegneria a Nagoya in Giappone nel 2010. Pare che nessuno li stia prendendo sul serio!
Diciamo la verità, considerato che nel 2010 quando avrebbe fatto queste dichiarazioni, la bertell aveva 81 anni si può anche capire la confusione con concetti tipo "il buco nell'ozono che fa entrare i raggi cosmici" e "l'indebolimento delle fasce di Van Allen". Insomma una bella zuppa confusa utile per manipolare gli ignoranti.
Di argomenti diabolici ci parla l'universo vibra per l'idiozia:
Chris Brown dice che è stanco di adorare il diavolo … E Dio gli parlò
Per chi non sapesse chi è chris brown qui c'è la biografia.
Chris Brown dice che è stanco di adorare il diavolo.
In un recente post pubblicato su Instagram, il pluripremiato cantante accusa il diavolo per aver cercato di rovinare la sua vita. Ha anche parlato di pensieri sul suicidio e sostiene che Dio, per la prima volta, gli ha parlato.
Vediamo cosa dice chris:
“Quando sei stanco che il fottuto diavolo rovini la tua vita e senti parlare Dio per la prima volta.
Nessuno sa con che cosa ho a che fare giorno per giorno. L’uomo medio non avrebbe esitato a farsi saltare le cervella cazzo ma questo è la via del codardo … Molti non capiranno il genio e la bellezza nel cambiamento e nell’apprendimento e le persone con intenzioni diaboliche vinceranno nel breve termine.
In superficie sembra che sia sempre una grande festa, ma dentro c’è un ragazzino in cerca di aiuto ed orientamento. La gente dice “sii un uomo”. Sì, è vero, ma questo non toglie alcun dolore che mi passa attraverso. Voglio solo stare per strada e fare musica. Cosa più importante è il Grande Padre.
Ho perso la pazienza per tutto ciò che causerà la mia autodistruzione!!”
Commento felino: dovrebbe farsi di meno...
Commento di nastydusty:
Io ho compassione per te Chris, ma devi sapere che fare musica non richiede di vendersi; essere ricco e famoso facendo musica, nel maggiore dei casi, SI. – nastydusty 
Essere noioso e ripetere continuamente scemenze cosa richiede?
Veniamo a qualcosa di allegro:
Ce lo racconta mistero fuffo:
99,99 $ per andare in Paradiso a bordo di un disco volante
È proprio vero che non c'è alcun limite alla stupidità umana soprattutto quando si tratta di prenotare illegalmente un posto in Paradiso senza rispettare la fila .
Per fortuna ci ha pensato una coppia di Jacksonville che ha trovato un modo molto fantasioso per frodare alcuni ingenui cittadini della Florida: trarre profitto in cambio dell'accesso diretto al paradiso a soli 99,99 dollari!
Centinaia di persone hanno abboccato all'amo attratti dal fatto che i biglietti sembravano essere costituiti da autentico oro, credendo che presentandosi in cielo muniti di tale lasciapassare, le porte si sarebbero immediatamente aperte.
Piccoli lingotti in oro posticcio
La polizia ha fermato la truffa perpetrata lo scorso fine settimana da Tito e Amanda Watts.
Anche se ciò potrebbe sembrare ridicolo, non è illegale vendere i biglietti per il paradiso secondo quanto riferito dalla polizia anche se ciò potrebbe andare contro la legge e abusare della buona fede della gente, visto che si tratta pur sempre di piccoli lingotti, riporta il sito web.
Droga
Tito e Amanda Watts hanno spacciato i falsi biglietti d'oro attraverso dei semplici pezzi di legno ricoperti con della vernice color oro. Sui biglietti per il Paradiso appare la seguente didascalia:"biglietto per il paradiso. Ingresso consentito ad una sola persona. "
La coppia di truffatori è conosciuta per il loro costante abuso di droghe che provocano in loro stati di delirio e comportamenti stravaganti.Dopo il loro arresto i due bigliettai hanno affermato;
"Non ci interessa quello che dicono i poliziotti. I nostri biglietti sono in oro massiccio. È Gesù che mi ha chiesto di vendere i biglietti in modo da raccimolare qualche soldo per andare nello spazio. Un alieno di nome Stevie mi ha detto che se abbiamo i soldi, ci porterà con lui a bordo del suo disco volante su un pianeta dove le droghe abbondano e sono totalmente gratuite ", ha dichiarato Tito Watts.
Quando la polizia ha arrestato la coppia di Jacksonville, sono stati confiscati 10.000 dollari, cinque tubi di sostanze stupefacenti e un piccolo alligatore.
Proprio vero: gonzi ce ne sono in tutto il mondo!!! Ci dispiace per l'alligatore.
Spostiamoci dal paradiso al sottosuolo, ci guida the idiot after che ci fa sapere che:

La notizia in realtà non è nuova, è stata copiata da il democratico del 5 agosto 2011, autrice la signora/ina enrica perucchietti:

Rivenuta rete di gallerie sotterranee che secondo l’archeologo tedesco Heinrich Kush collegherebbe la Scozia alla Turchia
La scoperta potrebbe rivoluzionare il campo dell’archeologia e portare a una revisione della storiografia antica, così come potrebbe scontrarsi contro la cittadella accademica o sgonfiarsi alla prova dei fatti.
Non abbiamo infatti ancora dati sufficienti per inquadrare la notizia diffusa dall’archeologo tedesco Heinrich Kusch che ha dato alle stampe il suo libro Secrets Of The Underground Door To An Ancient World.
A quanto pare questi misteriosi tunnel sono veramente misteriosi, sembra che heinrich kush sia il solo ad averli visti...
Mettiamoci un altro po' di cosette care ai cultori dell'archeologia misteriosa:
I passaggi sotterranei misurano all’incirca 70 cm, ma in alcuni punti si allargherebbero lasciando spazio a delle vere e proprie “camere” dall’utilizzo sconosciuto, che farebbero però pensare alla Camera del Re e alla Camera della Regina della Piramide di Cheope. Un inutile esercizio di sincretismo archeologico? Forse, ma anche nel caso della Grande piramide ci troviamo di fronte a dei veri e propri enigmi, come la mancanza di cartigli o iscrizioni, la presenza dello Zed, e la difficoltà di accesso alla Camera della Regina. La rete sotterranea poteva avere anche una funzione “iniziatica” come probabilmente aveva la Grande Piramide, o serviva soltanto come passaggio da un luogo all’altro del pianeta? E in questo caso, che importanza dovremmo dare alle leggende che narrano di costruzioni sotterranee e di popoli che abitavano nelle viscere della Terra? Gli uomini del Neolitico potrebbero aver “imitato” delle creature che vedevano entrare e uscire della grotte o da nascoste entrate al mondo infero? 
E concludiamo:
Se negli ultimi trent’anni stanno emergendo dei reperti – e in questo senso vanno ricomprese anche le ossa di scheletri di Giganti rivenute in tutto il mondo – che sfidano il sapere comune e che non sono per questo “catalogabili” negli schemi che ci siamo fissati finora, forse, sono quelli stessi schemi – per quanto difficile e doloroso possa essere – che dovrebbero essere riveduti. Dal punto di vista storico, antropologico, filologico questi reperti non possono essere stipati a forza in categorie che non li possono contenere. Questa è una violenza che uno storico per quanto convinto delle proprie “credenze” e di quanto appreso fino ad ora, dovrebbe rendersi umilmente conto.
In secondo luogo ci si dovrebbe chiedere quali strumenti siano stati utilizzati ben dodicimila anni fa per scavare questa rete sotterranea e se, come sostiene l’archeologo tedesco, in seguito sorsero in prossimità delle entrate alle gallerie luoghi di culto e Chiese.
L’esistenza di queste gallerie era forse conosciuta anche in un recente passato? E se così fosse, perché questo segreto è rimasto letteralmente “sepolto” fino ad oggi?
Ecco ci abbiamo messo anche gli scheletri dei giganti, mancano gli alieni, o meglio sono sottintesi.
Ieri abbiamo trovato eleonora brigliadori che parlava di donazione di sangue, oggi parla di trapianti...notare la sua fonte: lo sai (che sei un cretino). Proprio vero: l'urinoterapia manda un tilt il cervello...
 Ed ecco il komandante che se la prende con Arnold Schwarzenegger. Straker, ah no, ci siamo sbagliati, scusate, koenig tra poco Arnold dovrebbe passare in Italia, vai a dirgli di persona che è uno zerbino, non corri rischi, è un vecchietto di 68 anni (ma ancora in forma...).
Sciochimisti impegnati in profonde discussioni...
Ecco un digiunatore spirituale...
Amen, amen. Un bel miracolo sarebbe portare alla normalità il QI di certe persone.


 


Tunnel neolitico collegherebbe Scozia a Turchia




2 commenti:

  1. "Un bel miracolo sarebbe portare alla normalità il QI di certe persone."
    Credo che su questo non ci sia speranza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe sufficiente portare il QI a 2 cifre...

      Elimina