privacy

sito

net parade

siti web

venerdì 20 novembre 2015

Oggi è il grande giorno!!

Indirimibili lettori, forse qualcuno di voi si chiederà il significato del titolo, ma è semplice, o vi siete dimenticati che oggi, venerdì 20 novembre sta per accadere un fatto che rimarrà nella storia scoria?
Il komandante sanremese (di adozione) abbandonerà la sua poltrona davanti al computer, uscirà nel periglioso mondo ed andrà a Torino per spargere le perle della sua saggezza scemenza alle folle adoranti!
Ci dispiace non poter andare a Torino, del resto sarebbe un bel viaggio, sembra che siano state prese misure di sicurezza per evitare attentati con ordigni non convenzionali (cervelli funzionanti). Speriamo che qualche agente del NWO o del SMOM, o magari dei gesuiti riesca ad infiltrarsi e ci faccia sapere come è andata la conferenza, quale folla strabocchevole fosse presente e come il komandante abbia magistralmente esposto le sue argomentazioni. Se sarà possibile vi faremo avere un estratto del rapporto.
Per intanto vi annunciamo che domani, in altre faccende affacendati, vi lasceremo riposare, forse anche dopodomani, ma non contateci troppo.
Veniamo ad altro, su free idiotals appare immagine che riproduciamo di seguito:
Seguita dal testo 
Guardati intorno, a sinistra è il mondo di oggi, quello che i Rothschild e tutti i loro servi hanno preparato per te. L'altro era ciò che poteva essere e che ancora rappresenta l'alternativa. 
Autore tale stefano pirastu. Da parte nostra complimenti a roberto duria, non è da tutti attirare e pubblicare, senza alcuna presa di distanza, nazistelli idioti.
Sempre su free idiotals fabio furlanetto ci parla di:
Sembra una foto preparata ma sono capaci di ben altro ..... E non i grigi, ma i rettiliani terrestri, potrebbero essere nostri alleati se ci credessimo. Altro che le bugie propinate dalla Chiesa da tempo immemorabile, col passamano degli Anunnaki, che hanno dato false informazioni sui rettiliani nativi di questo mondo, da non confondere con gli altri ... pericolosissimi verso di noi. Giusto per fare un po d'ordine, per chi non sapesse.
Chiarissimo no?
 Rimaniamo in tema di alieni, su the living spirits of rapa ritroviamo nientemeno che il "figlio e padre di un alieno", sì proprio lui: simon parkes.
Cosa ci racconta simon tramite la traduzione di cristina bassi (ma non ha niente di meglio da fare che tradurre tutta la spazzatura che le capita a tiro?)
Il nostro eroe ci parla di false flag (non di Parigi dato che il testo risale ad ottobre):
I fatti mi hanno reso consapevole di due possibili false flag:
La prima - la piu’ drammatica, è una bomba nucleare a bassa produzione (a bassa produzione?), messa nell’oceano da qualche parte al largo dell’America con l’intento di create una onda di piena di 100 piedi, per colpire il litorale orientale degli USA. Ricordarsi che questo non è destinato ad accadere, ma è solo cio’ che un piccolo gruppo di fanatici sta considerando.
Ad ogni buon conto, costoro sono stati sventati e non c'è ragione di credere che avrebbero avuto successo.
La seconda opzione dibattuta è la tanto decantata false flag della invasione aliena. Questa è la loro opzione preferita (so che molti commentatori hanno cancellato questa chance, ma in realtà è di nuovo il tema sul tavolo). Quest'azione offre una alternativa a buon mercato, per ottenere un governo di sovranità individuale, che faccia accettare una sola regola mondiale.
Entro un po’ in dettaglio su questo: se venisse scelta questa opzione, potremmo aspettarci una prima generazione di velivoli triangolari che volano all'interno di piccole aree sopra gli Stati Uniti. Forme di vita programmate (PLF Programmed Life Forces) che saranno sia usate in false battaglie, con soldati mercenari vestiti in uniformi americane.
Altra opzione sotto scrutinio ora, è un meeting inventato tra tali forze e il Papa. Una tale opzione non avrà sconti. Questo Papa, secondo la profezia l’ultimo Papa, si è già offerto - come ricorderete- di battezzare gli alieni ..
Coloro tra di voi che hanno visto le mie presentazioni, sanno che ho mostrato foto di scolari britannici, condizionati ad accettare la distruzione di una nave spaziale. Tutto questo è parte della agenda false flag.
Saltiamo un po' di deliri ed andiamo alla conclusione:
Sapete bene che questo regime è prossimo al crollo e chiedo ad ognuno di ricercare con la vostra coscienza. Quando arriverà il tempo, da che parte della staccionata sarete? Questo è il tempo di fare il salto e rompere le fila prima di essere sommersi e prima che la propria anima sia perduta definitivamente.
Tenendo questo a mente, è bene ricordarci che ci sono due principali fazioni all’opera al vertice massimo dell’albero della elite.
La pima, la negativa, si augura di scatenare un improvviso collasso economico senza che si sia tempo per una risposta.
L’altra, il gruppo positivo, si augura che l’inevitabile crollo economico possa essere gestito e in settimane e non in giorni. La differenza è che se il crollo è repentino ed improvviso, questo porterebbe a delle carenze e a disordini civili, mentre un passaggio gestito è molto probabile sia meno distruttivo nelle nostre vite quotidiane. Sono queste due fazioni che ora stanno cercando di dominare
Mi appare chiaro ora che ci sono interferenze nella mia casella di posta e che non ricevo tutti i messaggi che mi mandate. Quindi se volete comunicare con me, non con la email che ho usato per questa newsletter : da ora in poi non usatela, ma usate quella amministrativa sul sito
Aspettiamo i prossimi messaggi di simon, intanto andiamo ad occuparci di sociologia, politica e...
Ecco wlady che ci parla di:
"collettivismo" - il pretesto di uguaglianza
Diciamo subito che si tratta della traduzione di un articolo delirio di un personaggio che piace molto a wlady e ada altri complottisti jon rappoport (Hysterically crazy; and his influence is probably not quite as limited as his level of crazy should suggest).
Un brano:
Immediatamente, bisognerebbe respingere in forma virulenta l'individualismo illimitato, sulla base del fatto che è comparabile alla brutale avidità, è l'equivalente e (odiato) capitalismo, la disumana indifferenza è uguale alla difficile situazione dei meno fortunati, pari al cinico disprezzo per le esigenze del gruppo.
Gli uomini del 19° secolo che hanno scritto queste affermazioni verrebbero guardati con ostile sospetto, come potenziali criminali, con dei valori potenzialmente anomali "anti-governativi", che dovrebbero essere messi in una lista, per il fatto che potrebbero avere tendenze terroristiche.
L'analisi contemporanea dell'individuo va ben oltre questo.
Il caso in questione è quello di: Peter Collero, del dipartimento di sociologia, Western Oregono University, ha scritto un libro dal titolo: Il mito dell'individualismo: come le Forze Sociali Formano la nostra vita:
"La maggior parte delle persone oggi crede che un individuo è una persona con un documento d'identità indipendente e distinto. Tuttavia, questo, è un mito."
Callero sta sostenendo l'assenza di qualsiasi unicità da persona a persona. Sta affermando che non c'è distinzione significativa tra due persone. Tanto per cominciare, non ci sono due persone. Sono un gruppo.
Questo declassamento dell'individuo e del suo spirito umano è notevole, ma questa non è una eccezione. Ci sono molte, molte persone che oggi sarebbero d'accordo (senza capire di che cosa stanno parlando) che l'individuo non esiste. Il perché sul fatto che essi sarebbero d'accordo, è quello che il prendere una posizione opposta, li avrebbe impostati verso un percorso individuale e indipendente, ammettendo la loro autonomia e quindi avrebbero violato un sacro divieto, quello della correttezza politica.
Vi lasciamo il piacere di leggere tutto il testo e di cercare il significato.
Veniamo a ghigo, sul suo free idiozies possiamo trovare:
Natura della Guerra Contemporanea
La Guerra nel mondo primitivo era una rappresentazione di potenza a cui molto raramente seguivano feriti ed ancora più raramente morti. Si trattava di una serie di operazioni ritualizzate allo scontro che aveva il controverso sapore della preparazione erotica. Si invocavano gli dei, si consacravano i corpi e le armi, si attendeva il momento astronomicamente propizio e ci si avviava ad un confronto viepiù visivo. Canti e grida accompagnavano la tenzone che terminava spesso con un nulla di fatto ‘strategico’ ma con un carico di emozioni contrastante (eh sì, le famose "guerre di prima della guerra"...").
La Guerra moderna assume caratteristiche disumane. Si tratta infatti perlopiù di operazioni di pulizia etnica, di annichilimento totale di un popolo. La Guerra moderna prende avvio da pretesti ridicoli e, ove non ci fossero, da eventi ‘falsa bandiera’, progettati apposta per consentire in modo artefatto l’avvio delle distruzioni.
Il nostro ghigo ci fa sapere di chi è la colpa di questo cambiamento:
L’occidente sedicente libero è in realtà posseduto dall’ingordigia materiale che tutto lorda. E’ difficile ormai distinguere nel mare del consumo un elemento controcorrente. Ogni forma di vita in contrasto al modus vivendi ‘moderno ed accettato’ viene annichilita da una scure trasversale di scherno, insipienza (in fatto di insipienza ghigo è un esperto...) ed odio.
I popoli liberi di condurre esistenze dedicate alla ricerca, allo studio ed alla osservazione del ‘mondo di sopra’ vengono deliberatamente annichiliti in favore di un pensiero unico a frequenze basse, un materialismo ottuso tipico di questa era, il ‘mondo di mezzo’ fatto solo di miserevoli ruberie tra fratelli.
Finiamo con l'alta politica.
Ci fa da guida sa demenza che ci presenta: PUTIN ATTIVA SCIOCCANTE PIANO DI GUERRA NUCLEARE, DENOMINATO "DIFENDERE ISRAELE"
Cominciamo col dire che la storia è vecchia di due mesi e che la fonte è WhatDoesItMean, una derivazione di  sorcha faal realizzata con colori psichedelici. Insomma l'attendibilità è il massimo...
Il nuovo ministero della Difesa (MoD) riferisce le voci che circolano al Cremlino ovvero che il Presidente Putin, essendo il comandante supremo in capo delle forze armate russe, in data odierna ha autorizzato l'esecuzione immediata del temuto piano di guerra "Difendere Israele" che permette l'uso tattico delle armi nucleari, e sarà deciso dai comandanti sul campo di guerra medio orientale, il loro uso, nella zona di guerra Levante War Zone.
Esperti di intelligence occidentali hanno stimato che la Russia attualmente ha in eccesso 2.000 di queste armi nucleari tattiche il cui utilizzo nel campo di battaglia è destinato a compensare la relativa debolezza delle sue forze convenzionali in caso scoppiasse una guerra con l'Ovest.
Secondo questo rapporto, il piano di guerra "Difendere Israele" è stato ideato nel 2014 dal Ministero della Difesa dopo che il regime di Obama ha creato lo Stato islamico dell'Iraq e del Levante (ISIS / ISIL) lo stato-nazione dell'organizzazione terroristica che nel suo tentativo di rovesciare il governo siriano , ha fratturato la nazione irachena lungo la linea religiosa tra sunniti e sciiti, e impedisce la creazione di uno stato curdo indipendente, il tutto nel tentativo di impedire la costruzione del del gasdotto sciita sostenuto da Iran-Iraq-Siria patuito nel 2013.
 Putin saprà di aver dato questi ordini? Abbiamo forti dubbi...
Solo un altro pezzetto:
Rendendosi conto, tuttavia, che la dottrina di difesa di allora della Russia era inadeguata ad affrontare le crescenti ambizioni di guerra del regime di Obama, nelle note di questa relazione, si parla di una nuova dottrina di guerra stabilita nel dicembre 2014, con il Presidente Putin che a questo proposito "si riserva per sé il diritto di impiegare armi nucleari in risposta all'uso contro di esso e / o dei suoi alleati con armi di tipo nucleare o di altre armi di distruzione di massa, così come nel caso di aggressione contro la Federazione Russa con l'uso di armi convenzionali, ne è minacciata la stessa l'esistenza ".
Per quanto riguarda ciò che costituirebbe una "minaccia per l'esistenza dello Stato", questo rapporto, il Ministero della Difesa ha ideato una serie di piani di battaglia che delinea i criteri esatti in cui le armi nucleari sarebbero autorizzate ad essere utilizzate.
E di questi piani di battaglia, la relazione constata cupamente, chiamati "Difendere Israele" piano di guerra strategico compreso i criteri, qualora i confini, di quella nazione siano sul punto di essere messi sotto assedio da parte delle forze ISIL / ISIS, la Turchia (membro della Nato) ha iniziato un'invasione del Iraq per attaccare i curdi, e i civili ebrei in Ucraina sono sotto attacco da parte del regime di Obama sostenuto dalle forze neonaziste ... tutto questo è accaduto nelle ultime 72 ore.
Come classifichiamo questo documento? Che ne dite di "raccolta di cazzate"? Sì? Aggiudicato!
Parata finale.
 Una conferenza che si annuncia interessante, ci sfuggono le altre volte in cui la Russia ha salvato la civiltà occidentale...
Un genio della politica espone le sue idee...
 Un altro genio della politica-religione...
Chissà che un giorno o l'altro, in seguito ad un miracolo, certa gente capisca che le notizie pubblicate da LERCIO sono una presa in giro...Preghiamo S.Antonio di Padova chissà che lui...
Alta cucina vegana, speriamo ci sia un errore di stampa, in ogni caso eviteremo in futuro i menù vegani (li abbiamo sempre evitati tranne una volta che qualcuno ci presentò un materiale marroncino chiamato saitan, ci toccò mangiarlo per non essere maleducati).
I vegani e i cavalli...
Non facciamo commenti, è meglio.
Salvatore fa i complimenti a marina, lei si è svegliata, digiuna e fa clisteri...a quando il funerale?
E per finire ecco nuovamente flavia vento




 



6 commenti:

  1. Gentile signor Bombarda, che lei e la maggioranza dei lettori del suo blog considerino i cattolici creduloni al pari dei seguaci dei complottisti - e quindi implicitamente da prendere in giro "a prescindere" - mi è ben noto, e lo do per scontato nel momento in cui vengo qui a leggere i suoi post, per altro simpatici e "sornioni" al pari dei felini che le fanno da assistenti. Però, questa volta mi deve proprio spiegare cosa ci sia da irridere in ciò che ha scritto Mario Adinolfi. Lei mette, forse, in dubbio che coloro i quali hanno fischiato durante il minuto di silenzio nello stadio di Istanbul, si siano oggettivamente schierati dalla parte degli assassini islamici, invece che da quella delle loro vittime?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Gaiden, se il signor adinolfi non avesse avuto fretta di scrivere avrebbe scoperto che i fischi non ci sono stati e che l'inno intonato nello stadio di Istambul era l'inno nazionale turco...Come per molti "giornalisti" nell'era di internet la verifica delle notizie è un optional.

      Elimina
    2. Certo, i fischi non ci sono stati, come non c'è mai stato l'uomo sulla Luna...
      Dall'articolo di Goffredo Buccini «I fischi e le ipocrisie nello stadio della vergogna», Corriere della Sera del 19 novembre: "Non è affatto scontato che gli stadi siano il punto d'osservazione migliore sullo spirito di un popolo: se lo fossero, dovremmo trarre conclusioni drastiche innanzitutto su noi stessi. E tuttavia sono catini di emozioni e umori, offrono squarci su tratti di identità altrove inconfessabili. (...) Forse per pudore, è stato messo invece in sordina da molti media il terribile messaggio che ci arriva dallo stadio di Istanbul. Lì, prima di Turchia-Grecia, durante il minuto di silenzio per le vittime di Parigi, potenti e infami bordate di fischi si sono levate dagli spalti, insieme al grido di «Allah è grande». Non si può ovviamente desumere che fossero accorsi alla partita migliaia di fiancheggiatori dell'Isis. Ma non si può non cogliere l'ampiezza di quella che un tempo avremmo chiamato «area grigia», trasversale a tutti gli strati della società musulmana, perfino a Istanbul, che per i suoi tratti di modernità cosmopolita sta al resto della Turchia come New York sta alla Middle America. Quei fischi forse non devono leggersi come applausi agli assassini; ma marcano certo una distanza con noi (occidentali figli del secolo dei Lumi) che sarebbe ipocrita non vedere per quieto vivere o interesse geopolitico e mettono la sordina a chi ha vagheggiato una Turchia parte integrante d'Europa. Parigi è lontana da quello stadio colmo di vergogna. E anche dalle sue tribune d'onore. Dove il greco Tsipras e il suo omologo turco Davutoglu si son ben guardati dal fare l'unica cosa decente per un leader civile: alzarsi e andar via."

      Elimina
  2. Si sa niente della banferenza?

    RispondiElimina
  3. "Sembra una foto preparata" a casa mia si chiama photoshop
    "ma sono capaci di ben altro" si vede che sono piu' bravi ad usarlo (sempre photoshop)...

    RispondiElimina