privacy

sito

net parade

siti web

giovedì 14 giugno 2018

Il rainmaker esagera

Alluvionali lettori,  ieri avevamo detto che ci aspettavamo un temporale, c'è stato anche se qui ha fato pochissima pioggia, molti tuoni e lampi, a una trentina di chilometri invece c'è stato un vero nubifragio con allagamenti e danni ingenti. Considerando che abbiamo un sottosegretario agli interni che crede a tutti i complotti chissà che non avvii un'inchiesta sui rainmaker che, è evidente, sono la causa delle piogge di questo inizio di giugno. Anche oggi il cielo è minaccioso, speriamo che le "macchine della pioggia" si guastino e lo spargimento di metalli igroscopici ci faccia avere qualche giorno di sole. Intanto siamo qui, sempre assistiti dai mici, per offrirvi un altro giro nel mondo della fuffa.
Il komandante sanremese (di adozione) affronta un argomento medico con la sua consueta competenza (cioè zero, insinua Kaiser):
Perché l'influenza sia "strana" non lo sappiamo, vediamo se leggendo si capisce
Una singolare influenza si è diffusa nel Salento nella prima decade di giugno 2018. E’ difficile stabilire quali siano le cause dell’epidemia. I media mainstream evocano un virus tropicale, ma non tutti gli infettivologi concordano nell’attribuire ai virus questa ed altre patologie. Su che cos’è veramente un virus si legga questo fondamentale studio. In ogni caso, è indubbio che il sistema immunitario è fortemente indebolito dai mille veleni sparsi nella biosfera attraverso le attività chimico-biologiche (scie chimiche, in inglese chemtrails) e con numerosi altri stratagemmi. E infine curioso che il Salento sia la regione della Puglia dove alcuni olivi si sono ammalati a causa di “strani” parassiti…
Il "fondamentale studio" secondo piratina è una raccolta di sciocchezze. Naturalmente il komandante non può fare a meno di metterci di mezzo le "scie chimiche"
Febbre altissima, forti dolori articolari e muscolari e, cosa più grave, inappetenza. Sono i sintomi di un virus che ha colpito il Salento in questi giorni. Quando si dice ‘mezza città a letto con la febbre’… È colpa del virus micidiale che ha colpito molti proprio all’inizio dell’estate, senza fare distinzione tra bambini e adulti.
I sintomi sono quelli dell’influenza tradizionale, ma particolarmente accentuati: febbre altissima, forti dolori articolari e muscolari e, cosa più grave, inappetenza. Qualcuno ci ha riferito di essere rimasto anche tre giorni senza toccare cibo, altri si sono dichiarati molto preoccupati a causa del periodo in cui si è manifestata la sindrome. Dover stare chiusi in casa e a letto con i 32/34 gradi di questi giorni nel Salento non deve essere stata proprio una vacanza.
Conclude con consigli medici
Attenzione allora: se si vogliono evitare le fleboclisi, bisogna bere davvero tanto, specie gli anziani che generalmente sono i più esposti al rischio di disidratazione. Anche i bambini lo sono, ma questo virus si è rivelato peggiore per gli adulti.
Alla fine, dopo quattro giorni “pesanti”, si torna alla normalità e di sicuro non è molto normale affrontare l’influenza in piena stagione estiva, il sospetto che possa essere un nuovo virus tropicale, più o meno misterioso, diventa quasi una certezza, un rischio con il quale, dicono gli infettivologi, bisogna ormai prendere dimestichezza. 
Vediamo un commento da una sua assidua ammiratrice:
 Esisterà questa beatrice? I maligni felini sospettano si tratti di un fake, ma loro sono, appunto, maligni.
Dopo aver visto la competenza medica del komandante andiamo a farci una cultura con il pro fesso re acconguagliato:
Le ragioni del silenzio
Le ragioni del silenzio sono molteplici: in primo luogo, ci si è sempre più allontanati dall’attualità. La cronaca, sebbene incida spesso sulle nostre condizioni materiali, è il cascame della storia e la storia stessa è misero simulacro della miseria umana.
La massa “vive” come se dovesse vivere per sempre; così non è. Alla massa appartiene non solo il volgo profano, ma soprattutto chi crede di essere sveglio, perché ha capito che il potere è perverso (grande scoperta!). Al popolino appartengono specialmente tutti quegli idioti saccenti che dispensano nuove teorie scientifiche a proposito della "realtà" nella sua interezza, senza conoscere né il significato di “teoria”, senza essersi mai chiesti che cosa sia la “realtà”. 
Per questo, se si scrive, si cerca di scavare in profondità, di strappare al destino un brandello di senso, altrimenti non è il caso neppure di cimentarsi. A che pro soffermarsi sul tragicomico spettacolo della “realtà” che ci circonda? Essa ha valore solo - e solo se - lascia trasparire qualcosa che sta oltre. L’universo fisico ha un significato soltanto se vi si può leggere in controluce una filigrana metafisica. La stessa filosofia vale, se si può trascenderla per tenderla in modo parossistico verso il paradosso, poiché l’esistenza, che è il fulcro del pensiero, è paradosso.
Siccome, però, alludere a tale situazione irrazionale con il linguaggio, che è pur sempre strumento logico, è arduo, sovente quanto si elabora si riduce ad un aforisma, lontano dall’articolo atteso dai lettori.
Un altro problema è costituito dal fatto che i testi filosofici sono spesso fraintesi, a causa della densità concettuale che li rende ostici anche a chi li concepisce e li appronta.
Per queste ragioni, si può decidere di interrompere l'aggiornamento della pagina personale: eppure, quanto più ci si chiude nel silenzio, tanto più anche in una sola frase si coagula la dynamis di un saggio formato da mille pagine. In poche parole si può concentrare una potenza dirompente, proprio poiché l’idea è imprigionata in un ambito ristretto, a somiglianza di quando si confina un'energia smisurata in uno spazio limitato. Si perde in estensione, ma si acquista in spessore ed efficacia.
Giudizio di Kaiser: un coacervo di parole messe assieme per dimostrare la straordinaria "cultura" del nostro eroe. C'è una nota profondamente filosofica
Che cos’è, infatti, la “realtà”? Un insieme di cose o di eventi, come ritengono i più? Una neurosimulazione? Un ologramma? Una proiezione della coscienza? O che cos’altro? Qual è lo statuto ontologico del “reale” di là dal senso comune? Qual è la differenza tra un modello scientifico e la "realtà"? Non bisogna mai rinunciare ad uno spirito critico affinché non si dia per scontato alcunché. Solo in questo modo ci si può emancipare dalla schiavitù nei confronti dell’”oggetto” per asserire i diritti dell’esegesi: questo non è relativismo ma consapevolezza che l’universo è una sfida formidabile ad ogni tentativo di comprensione esaustiva. Sebbene le domande sulla natura intrinseca del mondo siano destinate a naufragare nell’oceano dell’incomprensibile, è più opportuno, come scrive Manzoni, “tormentarsi nel dubbio che adagiarsi nell’errore”. Leggere Husserl, Wittgenstein, Kuhn, Feyerabend etc. potrebbe giovare a chi si è... appiattito su posizioni dogmatiche, pur convinto, con infinita spocchia, di aver rivoluzionato la scienza, di aver rifondato la cultura.
"Leggere Husserl, Wittgenstein, Kuhn, Feyerabend", lui avrà letto qualcosa di questi autori?
 Su ignoranze sconfinate troviamo un articolo scientifico filosofico di importanza capitale (va bene, diciamo capoluogo di provincia...):
Le specie viventi sono nate tutte insieme. Lo dimostra uno studio genetico
Autore maurizio blondet, vediamo cosa ci racconta il vice-padreterno
Praticamente tutte le specie animali oggi esistenti, compreso l’uomo, sono apparse sulla Terra allo stesso tempo: fra i 100 mila e i 200 mila anni fa, in un periodo geologicamente breve.
È la stupefacente conclusione cui sono giunti due genetisti, David Thaler dell’università di Basilea, e Mark Stoekle della Rockefeller, analizzando il DNA mitocondriale di 100 mila specie, attualmente viventi nei continenti e negli oceani del globo, e dopo aver esaminato 5 milioni di “codici identificativi” delle suddette specie. Una messe enorme di dati, che rende il risultato indiscutibile.
Questa immensa campionatura, è stata resa possibile da una recente metodologia d’indagine, che esamina il DNA mitocondriale, più facile a decodificare rispetto al DNA del nucleo della cellula, che è proprio di ogni individuo, coi suoi tre miliardi di paia di molecole organizzate in migliaia di geni. I mitocondri sono, nella cellula, i minuscoli “motori” che forniscono energia alla cellula e la fanno respirare: il loro DNA ha solo 37 geni. Uno di essi, detto COI (sigla per cytochrome oxidase I), è stato definito il “codice a barre DNA”, perché identifica alla perfezione la specie cui appartiene, tanto che viene usato per scoprire frodi alimentari, se per esempio nell’hamburger di mucca c’è carne di cavallo, o se nel kebab halal c’è la presenza di maiale.
Naturalmente il nostro trae le sue deduzioni
La prima, stupefacente scoperta dei due genetisti è che non si aspettavano una tale “uniformità” all’interno della stessa specie, e una totale assenza di quelle che loro definiscono “passerelle” fra una specie e l’altra. I loro dati smentiscono definitivamente il mito evoluzionista per cui una specie si sarebbe “evoluta” dall’altra, attraverso ipotetici “anelli di congiunzione” poi estinti. Ogni specie studiata è in modo impressionante “fissa”: una specie “rana” è identica geneticamente sia che viva nei nostri stagni sia nel Mato Grosso, e la specie Homo sia che viva qui che in Cina; le differenze morfologiche, minime, sono indifferenti al loro codice a barre genetico.
L’altra cosa che hanno scoperto, è che la diversità genetica non varia con la numerosità e l’estensione sulla terra di una specie. I manuali evoluzionisti insegnano che più una specie è numerosa, antica e diffusa in zone climatiche differenti, più dovrebbe presentare variazioni genetiche, dovute all’accumularsi di variazioni nel DNA in funzione della sua moltiplicazione attraverso le epoche. Niente di più falso: i 7,5 miliardi di esseri umani, i 500 mila passeri, i centomila beccaccini, hanno all’incirca la stessa diversità genetica: limitatissima.
Da qui la terza e più inattesa scoperta: studiando le variazioni genetiche “neutrali”, le piccole variazioni genetiche del DNA, né dannose né utili, che si succedono e si trasmettono fra generazioni, i genetisti hanno dovuto ammettere che esse sono molto, ma molto meno frequenti di quanto “previsto” dagli evoluzionisti, e per quanto grande sia il numero degli individui che la compongono. Il che non è poi così strano: il DNA è la materia vivente più costante, si “difende attivamente” contro le mutazioni, azzerandole.
Non ha capito che si parla di DNA mitocondriale, una piccola quantità di materiale genetico che i mitocondri hanno in comune con i batteri, quel che conta per lui è portare un attacco contro la teoria dell'evoluzione. Saltiamo alla conclusione
Si intravede una certa difficoltà a conciliare questa scoperta con i dati della paleontologia e stratigrafia geologica, che retrodatano la vita di milioni di anni, non di 100-200 mila. Il Cenozoico, in cui appaiono i mammiferi, sarebbe iniziato 6,5 milioni di anni fa. Fino a che punto le datazioni stratigrafiche sono “sicure” e credibili? Fino a che punto la retrodatazione è il presupposto ideologico per dare alla evoluzione “il tempo” di evolversi?
C’è stata forse una estinzione di massa centomila anni fa, che ha ridotto il numero delle specie per lasciar sopravvivere solo quelle che condividono con noi, oggi, il mondo odierno? O una catastrofe non meglio identificata che ha permesso il fiorire di tante specie in uno stesso e breve tempo? Se lo sono chiesto i ricercatori. Ma l’impatto di un asteroide, come quello che avrebbe distrutto i dinosauri (e spazzato via il 70% della vita) 65 milioni di anni fa, non sembra essersi riprodotto in epoca tanto più recente: altrimenti avrebbe lasciato tracce identificabili.
Stoeckle ha imbastito una mezza ipotesi che suona così: “L’interpretazione più semplice è che la vita è in costante evoluzione, e ad ogni epoca dell’evoluzione, gli animali viventi ad un momento dato sono apparsi più o meno nello stesso periodo, con una durata di vita limitata, per poi trasformarsi in qualcos’altro”. Insomma l’evoluzionismo vince sempre.
Secondo i felini blondet non ha capito un accidente della questione.
Una delle leggende più care ai complottari è quella della morte di Paul Mc Cartney, il beatle sarebbe morto in un incidente stradale nel 1966 e sostituito da un sosia (c'è chi sospetta che la storia sarebbe stata creata dagli stessi Beatles per scopi pubblicitari). Per fortuna c'è albino che ci rivela la verità:
PID: Paul non è morto, è solo doppio
Vediamo le clamorose rivelazioni
Lo avevo ipotizzato tempo addietro, Paul McCartney non è morto nel 1966, come sostenuto anche da Ringo Starr, ultimo Beatle rimasto. Si era solo ritirato a vita privata per poi ricomparire di tanto in tanto. Molte celebrità lo fanno. Gli impegni dei personaggi famosi dello spettacolo sono gravosi e la loro vita frenetica fatta di continui spostamenti.
A tale scopo servono i concorsi per sosia: selezionare possibili “cloni” da ingaggiare inviandoli in propria vece in occasioni mondane e feste di beneficenza cui certi personaggi non sono interessati ma tenuti dall'”etichetta” di star.
Il vero Paul ha un neo vicino al capezzolo destro e un viso più tondo con capelli più scuri del falso Paul. I due si sono alternati nelle apparizioni pubbliche ma di recente forse solo il falso Paul vediamo. Essendo invecchiati, non si assomigliano più tanto, probabilmente.
E molto probabilmente anche l’omicidio di John Lennon è un falso. Anche lui s’è ritirato a vita privata dato che la vena creativa e la stagione dei Beatles era esaurite. Distante anni luce dalla disco music di fine anni ’70.
Tanto per cambiare per albino non muore mai nessuno...(in effetti Paul è ancora vivo, compirà 76 anni tra 4 giorni...auguri).
In questi giorni si è parlato molto della nave Acquarius e delle vicende collegate. Poteva albino non farci conoscere le sue profonde riflessioni?
L’Era dell’Acquarius
Facciamoci forza, ce ne vuole parecchia, e leggiamo
Non volevo scrivere di questa storia perché, per chi mi segue, è già arcinota.
Non si tratta altro del piano Kalergi e il mescolamento delle razze per creare il popolo europeo meticcio del super-stato europeo.
Ve lo scrissi anche prima del referendum inglese sulla Brexit. Che se fosse passato, avrebbero incrementato esponenzialmente la velocità di immigrazione in Europa. Vi avevo spiegato anni fa che Malta, facendo parte del Commonwealth, non viene biasimata per non accogliere immigrati. Il piano è di cancellare le identità locali solo della UE per formare il super-stato europeo americanizzato.
La messa in scena SERVE A FORZA I PAESI UE A MODIFICARE IL TRATTATO DI DUBLINO E COSTRINGERE I PAESI NORDICI A PRENDERSI VALANGHE DI MAGREBINI E NERI.
I politici come Salvini e Macron, recitano a soggetto. È tutto finto.
Altrimenti, lo avrebbero rivelato che la farsa del bimbo siriano Aylan, fu sceneggiata per intenerire l’Europa e prendersi i profughi siriani di una guerra altrettanto farlocca ma con vittime vere.
Nessuno ci spiega chi siano i finanziatori delle ONG e perchè lo fanno. Sono le super-logge globaliste dietro al piano Kalergi. I medesimi che hanno inscenato i finti attentati islamici e i falsi casi umani per legalizzare uso di droga ed eutanasia..
Anche in Italia i massoni in magistratura, giornali e TV (LAUTAMENTE STIPENDIATI) SI STANNO ATTIVANDO FEROCEMENTE PER IMPEDIRE LA CESSAZIONE DEL PIANO KALERGI.
Anche personaggi come Messora e i suoi collaboratori sono al servizio loro e della UE. Basta ascoltare ATTENTAMENTE cosa dicono.
I felini stanno lavorando al piano Kaisergi, il trasferimento via mare di personaggi come albino alle isole Keorgulen o, a scelta, a Deception.
Passiamo a temi demoniaco-alieni, su nibiru 2012 troviamo un articolo ripreso anche da non siamo soli (siamo male accompagnati)  :
Demoni “alieni” colpiranno la Terra: Apocalisse 2025
2025? Mancano solo 7 anni!
Fermi tutti e prepararsi all’apocalisse con invasione aliena entro il 2025. Non alieni normali ma demoni! La teoria dei gruppi fondamentalisti cristiani si avvicina.
Secondo la teoria di un gruppo di fondamentalisti cristiani, in particolare, “demoni” alieni scenderanno sulla terra per porre fine all’umanità quando la costellazione della Vergine apparirà nel cielo dopo un’eclissi solare negli Stati Uniti.
Prepariamoci all’apocalisse venderemo stracara la pelle maledetti alieni!!!
Cristiani fondamentalisti: Apocalisse vicina
Eventi che secondo il blog cristiano militante Signposts of the Times dovrebbero accadere rispettivamente l’8 aprile 2024 e il 23 settembre 2025. Sarebbe questo il “grande segno” di cui parla l’Apocalisse (12: 1) quando riferisce di una donna apparsa in cielo (appunto la costellazione della Vergine).
Anche l’opera di Trump è un segno della fine
Secondo tale visione apocalittica, anche il viaggio di Donald Trump per cercare di arrivare ad una proposta di pace tra la Corea del Nord e del Sud è una conferma dell’imminente Apocalisse, visto che sarà seguita dall’iniziativa di un altro leader mondiale che raggiungerà un accordo per un periodo di pace di sette anni in tutto il mondo.
Ma tutto questo, spiega Signposts of the Times, sarà in realtà l’ultimo stratagemma dell’Anticristo cui seguirà rapidamente la distruzione totale del mondo: nella Bibbia, infatti, si legge “Beati gli operatori di pace” (Mt 5,9), ma anche che se tutti iniziano a parlare di “pace e sicurezza”, arriverà una distruzione improvvisa.
Ma non ci sono solo i fondamentalisti cristiani
Apocalisse nel 2025 per il rabbino Berger
Leggermente diversa, ma certo non più benevola, l’interpretazione data dal rabbino israeliano Yosef Berger. Secondo lui l’Apocalisse si verificherà già nel 2022, quando in cielo apparirà una stella.
Stella che secondo gli astronomi del Calvin Collage (fondato dalla Chiesa cristiana riformata nel 1876) sarebbe in realtà una coppia di stelle della costellazione del Cigno (note come KIC 9832227) destinate a fondersi e poi esplodere come una nova rossa, diventando un oggetto luminoso almeno quanto Sirio. (questa è una parte credibile, la teoria che possa esplodere è in qualche modo veritiera, NDR)
Il rabbino anticipa di 3 anni. Vediamo il commento
Il commento di Nibiru2012.it
Ok ci sta pensare e fantasticare su una ipotetica invasione aliena perchè ormai è all’ordine del giorno che qualcuno veda o insegua UFO anche qui in Italia. Ma demoni? Mandati da Satana tramite un portale interdimensionale? Qui qualcuno la sta facendo fuori dal vaso.
Cosa interessante di questo articolo (che è poi la motivazione per cui l’abbiamo proposto) è la vicenda della stella doppia KIC 9832227 che effettivamente ha delle possibilità di esplodere in una supernova visibile come nuovo astro. Fonte Wikipedia .
Contro i demoni alieni interdimensionali comunque suggeriamo fucile a pompa o doppietta caricata a pallettoni per caccia al cinghiale. Siamo 7,5 miliardi di persone, se la dovranno sudare.
Piratina e Kaiser dicono che ai "demoni alieni interdimensionali" ci penseranno loro, si stanno già affilando le unghie...
Concludiamo parlando ancora di ufo e alieni,  vediamo cosa ci dice mistero fuffo:
ll ragazzo giapponese che evoca gli UFO telepaticamente 
È indiscutibile che c'è molto da imparare dai misteri della mente umana. Soprattutto quando si legge la storia di un giovane giapponese che, a quanto si dice, ha il dono di stabilire frequenti contatti con gli occupanti dei cosiddetti UFO.
A partire da George Adamski negli anni '50, dozzine di altri presunti casi sono stati segnalati in tutto il mondo, a volte sconfinando verso lo sciamanesimo. Sfortunatamente per quelli che riferiscono di essere stati contattati dagli alieni, sembra che ci sia ancora uno stigma attorno a questi strani casi, il che li rende poco interessanti agli occhi degli investigatori seri.
Secondo il ricercatore dell'occulto, Toshitaro Yamaguchi, il tredicenne Haruya Ido, residente nella provincia di Tokushima nel sud del Giappone, è il classico esempio di un contatto UFO visto che il giovane è in grado di comunicare telepaticamente con qualcuno o qualcosa che opera al di fuori di questo mondo.
Il "ragazzo che evoca gli UFO".
Nel folklore UFO, numerosi sono i resoconti di anomali fenomeni aerei o di esseri alieni che contattano i Terresti telepaticamente.
In alcuni casi, un certo numero di individui hanno affermato che delle evasive forme di vita extraterrestre li avrebbero contattati attraverso l'invio di messaggi di "importanza cosmica" e questo solo per essere ricevuti con scetticismo o derisione al di fuori o persino all'interno dei circoli dell'ufologia.
Il fenomeno degli UFO sta subendo una mutazione dottrinale o qualcuno sta facendo in modo che la questione venga ridicolizzata e relegata esclusivamente al mondo del protagonismo ufologico, diventato una vera e propria mania moderna e questo grazie alle illimitate risorse di condivisione offerte dai vari social network. 
Per fortuna c'è un po' di sano scetticismo...
Anche per oggi abbiamo finito, parata conclusiva.
 Eco zret, no, scusate, landofw56 che ci dice che l'inquinamento a Gela e Taranto non dipende dalle industrie ma dalle scie chimiche...
Il vicekomandante alle prese con degli estimatori, notare fabio che si è informato dal fruttivendolo...
Temporali e grandine causati dalle "irrorazioni", no silvia, è colpa del rainmaker!!!!
Per non trascurare Nikola...osservare la fonte!
Questo fuma da quando aveva 15 anni e non ha mai avuto problemi...ora ha 16 anni...
Discussione tra nazistelli idioti.
Per evitare le ustioni solari non servono creme, ci sono le sequenze di grabovoi!!!!
Infine la dottoressa che nessuno al mondo ci invidia ci spiega come ottenere un "cambiamento" nella politica italiana...


9 commenti:

  1. figlio del patriarcato misogino dittatore usurpatore! tutti i commenti riportati sull'ultima immagine sono di donne (l'unico di un uomo è anche l'unico in cui si insinua un dubbio)...che vuoi dire eh? che le donne sono più boccalone?
    ...mica si parlava di posteggi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, le donne sembrano pensare che sia una bufala...in realtà il kebab contiene tutta quella roba solo che...

      Elimina
    2. BELLISSIMO IL KEBAB! Avevo visto anche qualcosa di simile su una "all natural banana", ma questo è più spassoso...

      https://jameskennedymonash.wordpress.com/2013/12/12/ingredients-of-an-all-natural-banana/

      Elimina
    3. Mikhail Lanart-Hastur14 giugno 2018 17:40

      Solo che...
      TUTTI i cibi fatti con carne contengono quelle cose...

      Elimina
    4. La maggior parte si trovano anche nei cibi che non contengono carne.

      Elimina
    5. Mikhail Lanart-Hastur14 giugno 2018 22:04

      Vero, ma non il tessuto connettivo e quello adiposo!
      Bella poi la perculata del DHMO...

      Elimina
  2. Il piano Kaisergi - ma Piratina non si sente un po' discriminata? Non vorrebbe anche un piano Piratergi?
    :D

    RispondiElimina
  3. http://www.gizmodo.co.uk/2018/06/watch-tiny-crab-spiders-take-flight-with-10-foot-silk-parachutes/

    Naturalmente i complottardi diranno che è tutto falso, creato per coprire i pericolosi nanomunghi. Perché è più sensato un complotto mondiale che un ragno volante.

    RispondiElimina